Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia è su Twitterrss qds
Quotidiano di Sicilia
Il QdS sul tuo smartphone
Scegli la tua app
 
East Coast di Carmelo Lazzaro Danzuso
il blog sulla Sicilia Orientale


Giu
22
2011
Nel 2009 la città di Siracusa fu al centro dell’attenzione mondiale per via del G8 Ambiente, vertice che ospitò nella città siciliana i ministri al ramo dei più importanti Paesi del mondo.

In quell’occasione, com’era logico aspettarsi, la città si tirò a lucido e organizzò numerosi servizi a basso impatto ambientale: tra questi il bike sharing e trasporti organizzati con bus elettrici. Peccato che, a distanza di più di due anni dall’evento, i mezzi utilizzati siano stati abbandonati al loro destino, alla ruggine e alla polvere. Stipati nell’ex Mercato ittico del capoluogo e ormai praticamente irrecuperabili.

L’ennesimo caso del genere – tanti, purtroppo, siamo abituati a vederne in Sicilia e in Italia – dove un importante investimento iniziale non viene accompagnato da un’adeguata manutenzione, sprecando denaro pubblico e mandando all’aria la speranza dei cittadini per servizi efficienti e, in questo caso, a basso impatto ambientale.