Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia � su Twitterrss qds

Quotidiano di Sicilia

 
Palluniblog di I. Vasari e P. Penna
il blog sullo sport siciliano


Apr
28
2011
Il Palermo giunge in Emilia per affrontare i crociati del Parma al cui attacco mancherà probabilmente il temuto ex Amauri che nella patria del mangiare bene prosciutti e parmigiano sta riscoprendo il gusto del gol. Spazio al veterano Crespo, un altro bomber che certo non è mai sazio.
 
Per affrontare la delicata sfida, mister Rossi non disdegna di fare qualche esperimento, anche in ottica Coppa Italia, lasciando i due registi Liverani e Bacinovic in panchina e schierando titolare, con ogni probabilità, il giovane Acquah, che ha acquisito una sicurezza impressionante in poco tempo. Attacco leggero ma super-tecnico con Ilicic, Pastore e Hernandez.
 
PARMA
MIRANTE
VALIANI
PALETTA
LUCARELLI A.
GOBBI
CANDREVA
DZEMAILI
MORRONE
MODESTO
GIOVINCO
CRESPO
----------------------
PAVARINI
PACI
FELTSCHER
NWANKWO
GALLOPPA
CALVO
BOJINOV
 
PALERMO
SIRIGU
CASSANI
GOIAN
BOVO
BALZARETTI
MIGLIACCIO
ACQUAH
NOCERINO
ILICIC
PASTORE
HERNANDEZ
----------------------
BENUSSI
MUNOZ
DARMIAN
LIVERANI
BACINOVIC
KURTIC
PINILLA
 
I.V.
Apr
28
2011
Il Catania affronta fra le mura amiche i rossoblu del Cagliari che non hanno più tanto da dire al campionato. Da parte degli etnei si aspettano invece gli ultimi punti decisivi per uscire da una lotta salvezza che potrebbe farsi complicata se non si riuscissero a imbroccare un paio di punticini per evitare la B.
 
La squadra di mister Simeone pare in verità più in salute e meglio organizzata delle compagini avversarie che rischiano di più, e l'allenatore argentino dovrà lavorare soprattutto sulla tenuta mentale per evitare un finale di campionato da thriller.
 
 
CATANIA
ANDUJAR
ALVAREZ P.S.
SILVESTRE
SPOLLI
CAPUANO
RICCHIUTI
CARBONI
LEDESMA P.
GOMEZ
MAXI LOPEZ
BERGESSIO
----------------------
CAMPAGNOLO
TERLIZZI
SCHELOTTO
BIAGIANTI
IZCO
LODI
MORIMOTO
 
CAGLIARI
AGAZZI
PERICO
CANINI
ASTORI
AGOSTINI
BIONDINI
CONTI
NAINGGOLAN
LAZZARI
COSSU
ACQUAFRESCA
----------------------
PELIZZOLI
ARIAUDO
MAGLIOCCHETTI
LANER
MISSIROLI
RAGATZU
GALLON
 
I.V.
Apr
19
2011
Questa settimana torniamo nuovamente a parlare di rugby e, nella fattispecie, del San Gregorio Catania Rugby che con la sesta vittoria consecutiva continua la sua corsa verso i play-off promozione.

Il sesto risultato utile stavolta gli etnei lo hanno conseguito in quel di Brescia: un’affermazione esterna che mette praticamente in cassaforte il secondo posto finale in classifica, alla luce soprattutto del vantaggio sulle immediate inseguitrici. Il margine di sette punti, infatti, è rimasto inalterato sulle Fiamme Oro, oggi vittoriose in casa contro il San Donà, mentre il Firenze deve recuperare la sua partita non disputata ieri col Badia. Al termine della stagione regolare mancano ormai soltanto due giornate e il San Gregorio Catania Rugby è secondo solo al Calvisano che si è imposto a Udine con il risultato di 36-20 e grazie a questa vittoria si è assicuratola partecipazione agli spareggi promozione (se la vedrà con la prima classificata di A2).
 
Una vittoria abbastanza limpida degli etnei contro un Brescia a caccia di punti salvezza. Confermato il turno di riposo per Peralta, rimasto in panchina per tutta la durata del match; Gentile, recuperato in extremis, è partito invece titolare disputando anche un buon match.
 
Gli etnei si sono imposti sin dalle prime battute del match. I bresciani sono apparsi tirati ed impacciati ma soprattutto incapaci, quanto meno nella prima abbondante, di impensierire i verdeblù. Gli ospiti gestiscono il vantaggio senza però premere più di tanto sull’acceleratore e chiudono il primo tempo con il punteggio di 13-7. L’inizio del secondo tempo è stato la fotocopia del primo: piazzato di Pucciariello e ancora una volta meta della seconda linea Roche, con il Brescia in inferiorità numerica temporanea (giallo a Gabba).
 
Parziale di 7-23 e San Gregorio finalmente più cinico. I lombardi hanno provato a reagire ma gli etnei hanno controllato agevolmente senza soffrire mai. In chiusura di match la meta di Gentile ha reso netta la vittoria di un

San Gregorio Catania
sempre più vice capoclassifica. Turno di riposo domenica prossima in concomitanza con le festività pasquali. Si riprenderà l’1 maggio (penultima giornata) con il San Gregorio impegnato in casa nello scontro diretto col Firenze Rugby.
Apr
14
2011
Il Catania ce l'ha quasi fatta. Classifica alla mano, ha raggiunto e superato la linea di galleggiamento dei 40 punti per la salvezza, ma in un campionato incerto come quello italiano, e con una situazione nei bassifondi infuocata, meglio aggiungere ancora qualche punto durante le ultime sei partite per essere davvero sicuri al 100% di un obiettivo a portata di mano grazie alla grinta che il mister Simeone ha saputo portare dal suo arrivo ai piedi dell'Etna.
 
L'avversario di giornata è la Lazio, i biancocelesti arrivano al Massimino affamati di punti per la corsa Champions, ma la casa dei rossazzurri è ostica per chiunque come ha già ammesso l'allenatore delle aquile Reja. Ancora Bergessio - Maxi Lopez in avanti, ancora tango argentino per una squadra che meritatamente sta raggiungendo l'agognata meta.
 
CATANIA
ANDUJAR
ALVAREZ P.S.
SILVESTRE
TERLIZZI
CAPUANO
CARBONI
LODI
SCHELOTTO
RICCHIUTI
BERGESSIO
MAXI LOPEZ
----------------------
CAMPAGNOLO
MARCHESE
LEDESMA P.
BIAGIANTI
PESCE
GOMEZ
MORIMOTO
 
LAZIO
MUSLERA
LICHTSTEINER
BIAVA
DIAS
RADU
BROCCHI
LEDESMA C.
MAURI
HERNANES
FLOCCARI
ZARATE
----------------------
BERNI
STENDARDO
GARRIDO
BRESCIANO
GONZALEZ
SCULLI
KOZAK
 
I.V.
Apr
14
2011
Il Palermo vola a Roma per affrontare all'Olimpico i giallorossi. Partita insidiosa e difficilissima in una piazza calda per il cambio dirigenziale e in piena corsa Champions. I rosanero devono sopratutto ritrovare sé stessi dopo il rocambolesco pareggio con il Cesena in casa e una serie di risultati tutt'altro che positivi.
 
Il ritorno di mister Rossi in panchina ha quantomeno compattato una squadra che conosce chi la guida. Escluso il lungodecente Ilicic, gli 11 del Palermo in campo sono la formazione-tipo, anche se molti elementi chiave come Pastore non sembrano attraversare un periodo felice dal punto di vista puramente mentale, dato che proprio l'argentino sta quantomeno ritrovando forma fisica. Caricarsi sulle spalle una squadra a 20 anni non è facile, ma chissà che trovarsi di fronte quello che potrebbe essere il suo prossimo team (voci lo vogliono alla Roma) non ritrovi anche la verve da trascinatore.
 
ROMA
DONI A.
CASSETTI
BURDISSO N.
LORIA
RIISE
PIZARRO
DE ROSSI
ROSI
MENEZ
TADDEI ROD.
TOTTI
----------------------
LOBONT
CASTELLINI
BRIGHI
PERROTTA
SIMPLICIO
VUCINIC
BORRIELLO
 
PALERMO
SIRIGU
CASSANI
GOIAN
BOVO
BALZARETTI
MIGLIACCIO
BACINOVIC
NOCERINO
PASTORE
PINILLA
MICCOLI
----------------------
BENUSSI
MUNOZ
DARMIAN
LIVERANI
ACQUAH
KURTIC
HERNANDEZ
 
I.V.
 
Apr
07
2011
Il breve interregno di Cosmi ha regalato solo 3 punti in 4 partite e allora Zamparini ha preferito richiamare Delio Rossi a Palermo che ha risposto "obbedisco" ed è tornato ad allenare quella squadra che in realtà non aveva mai lasciato. I rosanero, per una rinascita che appare durissima nel dopo-derby, possono ancora aggiustare la stagione con Coppa Italia e campionato e il secondo impegno vede il Cesena ospite alla Favorita.
 
I cavallucci marini si sono dimostrati squadra all'occorenza ruvida ma dotata di alcune buone individualità. Un test di livello per il Palermo che deve assolutamente ritrovare la via del gol e dei punti, e senza subirne, essendo fra le altre cose la seconda difesa più bucata del campionato.
 
 
PALERMO
SIRIGU
CASSANI
GOIAN
BOVO
BALZARETTI
ACQUAH
BACINOVIC
NOCERINO
KURTIC
PINILLA
MICCOLI
----------------------
BENUSSI
ANDJELKOVIC
DARMIAN
LIVERANI
KASAMI
HERNANDEZ
PAOLUCCI
 
CESENA
ANTONIOLI
SANTON
VON BERGEN
FELIPE
LAURO
CASERTA
COLUCCI
PAROLO
GIACCHERINI
MALONGA
JIMENEZ
----------------------
CALDERONI
PELLEGRINO
CECCARELLI
SAMMARCO
ROSINA
BOGDANI
BUDAN

I.V.
Apr
07
2011
Il Catania vola a Bari dopo il vittorioso e trionfale derby per 4-0 che ha allungato il filotto positivo dei rossazzurri e rinverdito quella salvezza che è ormai distante solo 5 punti a 7 giornate dalla fine. Simeone ha improntato una squadra arrembate ma non per questo poco ordinata.
 
L'appuntamento con il Bari si diceva. La formazione dei galletti è ormai con un piede in serie B ma ha sempre dimostrato di lottare in ogni parita, ritrovandosi con un ultimo posto frutto più di sfortunati episodi e giocatori non tutti all'altezza della massima serie, nonostante l'impegno. In panchina poi dei biancorossi siede quel Bortolo Mutti che è navigato timoniere. Il Catania dovrà quindi non sottovalutare il prossimo avversario sedendosi sugli allori.
 
BARI
GILLET
MASIELLO A.
BELMONTE
ROSSI M.
PARISI
ALMIRON
GAZZI
BENTIVOGLIO
HUSEKLEPP
GHEZZAL
RUDOLF
----------------------
PADELLI
GLIK
CODREA
DONATI M.
RIVAS E.
ALVAREZ E. A.
ROMERO
 
CATANIA
ANDUJAR
ALVAREZ P.S.
TERLIZZI
SPOLLI
MARCHESE
CARBONI
LODI
SCHELOTTO
RICCHIUTI
BERGESSIO
MAXI LOPEZ
----------------------
CAMPAGNOLO
AUGUSTYN
LEDESMA P.
IZCO
GOMEZ
LLAMA
MORIMOTO
 
I.V.
 
Apr
05
2011
Sicilian Jumping Tour, si parte! Ha avuto inizio nei giorni scorsi a Pozzallo il primo degli appuntamenti internazionali del circuito siciliano articolato in quattro eventi.Presenti nomi di spicco, tra questi il quattro volte campione italiano Roberto Arioldi, Juan
Carlos Garcia, Natale Chiaudani i Carabinieri Lorenzo Toscano e Emanuele Gaudiano. La tappamsuccessiva, in programma dall'8 al 10 e dal 15 al 17 si terrà ad Augusta, in provincia di Siracusa,presso gli impianti dell’Adim.

Il Sicilian Jumping Tour non è solo competizione (previste gare di salto ad ostacoli, dressage persino di monta western) ma anche cultura ed approfondimento. Dal 14 al 17 aprile, infatti, nellatenuta demaniale di Ambelia, sede distaccata dell'Istituto di incremento ippico si terrà FierAmbelia,con un'esposizione: sulla biodiversità animale autoctona, l'esposizione di prodotti tipici locali e una
sfilata delle razze. Una rassegna che consentirà di riscoprire una perla del demanio regionale, al cui
interno si trova un baglio del '500, ex residenza estiva dei Branciforti. "Il Governo siciliano - ha detto l'assessore D'Antrassi - auspica che Ambelia sia l'inizio di un progetto più ampio, tracciante due linee connesse al cavallo sportivo. Una è la valorizzazione ed il presidio delle nostre razze. LaSicilia infatti possiede tre razze autoctone. La seconda è una specializzazione sul cavallo sportivo, nell'ambito di un progetto agglomerante attraverso uno sviluppo ragionato dell'allevamento".

Infine, dal 24 al 26 giugno, a Castell'Umberto, nel parco naturalistico dei monti Nebrodi, si svolgerà un equiraduno che consentirà di riscoprire le trazzere regie che collegavano le zone interne e meno conosciute dell'interno della Sicilia. Secondo il presidente nazionale della Fise, Paulgross, "l'idea di realizzare in Sicilia una manifestazione così importante avrà un grande futuro. L'importanza dei partecipanti è un buon viatico per le prossime edizioni". "Il Sicilian Jumping Tour - ha detto il presidente regionale della Fise, Matarazzo - ha registrato un gradimento superiore alle aspettative. Oltre a quanti hanno confermato la loro presenza, c'è una lunga lista d'attesa di amazzoni e cavalieri che vogliono partecipare".