Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia � su Twitterrss qds

Quotidiano di Sicilia

 
Norma di Donna Nina
il blog sulla cucina siciliana


Gen
25
2011
Per questo secondo appuntamento avrei pensato a un secondo piatto veloce, succulento. Ecco la ricetta degli stracetti di pollo e mandorle in agrodolce.

Occorrente:
1 petto di pollo
100 gr. di mandorle tostate
farina quanto basta
olio
aceto
1 grossa cipolla.
 
Esecuzione: Tagliate a pezzi grossi il petto di pollo, infarinateli, nella farina aggiungete sale e pepe. Successivamente, friggeteli nell'olio ben caldo, mettete da parte in caldo. In un'altra padella affettate finemente la cipolla, mettete un pò di sale e fatela imbiondire. Quando avrà  assunto un bel colore dorato aggiungete i pezzi di pollo e rimestate. In un bicchiere dosate dell'aceto con dell'acqua e zucchero, questa miscellanea versatela in padella. Una volta che l'acqua sarà evaporata e si sprigionerà tutto l'odore dell'aceto, spegnete il fornello. Nel frattempo avrete tritato grossolanamente le mandorle tostate, mettele in in padella una volta spento il fornello e rimestate.
Buon appetito!
 
Gen
11
2011
Mia nonna soleva dire: "Impara l'arte e mettila da parte". Così sin da piccola sono stata abituata ad osservare, annusare tutti gli odori che si mescolavano in cucina. Il risultato era sublime, pietanze colorate e succulente, piene di tradizione familiare e non solo. Proprio da questo ricordo da bambina, curato nel corso della mia adolescenza, dallo sguardo attento della nonna e della mamma, che ho sviluppato un amore incondizionato per la cucina. Cercherò di darvi delle ricette semplici e non solo!
 
Oggi vi parlerò di un primo piatto la pasta con la mollica  e finocchietto selvatico:
 
finocchietti selvatici
1 spicchio di aglio
olio
mollica di pane
pasta

Cuociamo i finocchietti, sgoccioliamoli  e poi passiamoli in padella con dell'olio in modo da farli leggermente soffritti.
In un'altra padella mettete della mollica e dell'olio e con i rebbi della forchettta girate la mollica e l'olio finchè questa cominci a prendere un bel colore dorato, la cosiddetta Muddica atturrata.
 
Nella stessa pentola dove abbiamo cucinato i finocchietti cuciniamo la pasta. Quando e' pronta scoliamola,(conserviamo un pò dell'acqua di cottura)  ributtiamola dentro la pentola insieme ai finocchietti e alla mollica. Se la pasta dovesse essere troppo asciutta, aggiungete un pò dell'acqua di cottura.
 
Buon appetito!
 
Nina