Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia � su Twitterrss qds

Quotidiano di Sicilia

Voci dai Palazzi di Lucia Russo
il blog sull'Assemblea regionale siciliana, il governo e la pubblica amministrazione


Gen
31
2014

Lo avevamo già scritto nell’estate del 2011 all’attenzione della Giunta Lombardo (Qds del 21 luglio 2011) “Regione, tagliare subito 3,6 miliardi”.

Da Assemblea regionale siciliana, indennità di Giunta, auto blu, consulenti, partecipate, clientes, presidenti di comitati, consigli e collegi, indennità di sindaci, assessori e consiglieri comunali, Province regionali: tutte le voci della Politica in Sicilia, da cui abbiamo calcolato come possibili tagli per  quasi un miliardo di euro tra sprechi e privilegi. Poi i costi della Burocrazia: tra personale regionale, pensionati, consumo carta, illegalità e corruzione altri 1,6 miliardi da tagliare.
Infine la Sanità con una spesa farmaceutica oltre l’obiettivo stabilito per 400 milioni €, troppe persone che vanno a curarsi fuori con uno spreco di 187 milioni € e un errato rapporto tra il numero di dirigenti e quello dei dipendenti del Servizio sanitario, tale che tutti costano 516 milioni in più del dovuto. Insomma nel 2011 calcolavamo circa 3,6 miliardi che era possibile risparmiare facendo le riforme. Riforme che non sono mai arrivate.

E adesso, al ritorno da Roma, l’assessore all’Economia, Luca Bianchi, afferma: “Dobbiamo sobbarcarci una manovra da 3,5 miliardi”. Il QdS lo scrive già da almeno tre anni! Occorre passare ai fatti!

Gen
27
2014
Scrivo a tutti i giardinieri di Sicilia, cosa si può realizzare con 372 mila euro in riadattamento di giardini e vialetti che servono e abbelliscono il Palazzo dei Normanni? Si tratta dei giardini circostanti. Fate una capatina a piazza del Parlamento girate attorno al palazzo e fatemi sapere.
 
Anche quando in un anno (vedi consuntivo 2012) l'Assemblea avesse speso tale cifra per sistemare i giardini storici e sicuramente di grande valore, perché ne dovrebbe spendere altri 250 mila nel 2013 e 200 mila nel 2014? E nel 2011, tra l'altro, aveva già speso per lo stesso motivo quasi 510 mila euro! Dunque 900 mila euro già spesi tra il 2011 e il 2012 e 450 mila preventivati per 2013 e 2014.
 
Totale 1,3 milioni di euro!!! E poi la classificano come spesa straordinaria. Straordinaria come, se si fa ogni anno? Spese pazze, semmai, nonostante la tanto sbandierata spending review.