Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia Ť su Twitterrss qds
Quotidiano di Sicilia
Il QdS sul tuo smartphone
Scegli la tua app
 
Pirandellog di Diomede
il blog su libri, tendenze letterarie e dintorni


Mag
25
2011
La storia di Elisabetta Woodville, ambientata nel 1464, una donna nobile, appartenente al casato reale dei Lancaster. Rimane vedova del suo primo marito che cade in battaglia per difendere il casato dei Lancaster,  a fianco del re Enrico VI. Ma il destino gli ha riservato una vita piena di intrighi, incantesimi, lotte di successione. Infatti incontra il re York, Edoardo IV che rimane incantato dalla sua bellezza e dal suo atteggiamento regale.
 
La sposa in segreto e sconvolgendo i piani del suo "creatore", il conte Warwick, che lo aveva promesso ad una principessa francese, ne dà notizia al suo popolo e la accoglie con una gran festa a corte. Battaglie per conquistare il trono, intrighi, fratelli che si rivoltano contro fratelli. Elisabetta comincia tessere la sua tela pazientemente, accasando le sorelle con gli uomini più potenti del regno, creando alleanze, ma anche inimicizie.
 
Quando il re Edoardo muore, il fratello Riccardo, nominato dal re sul punto di morte  lord Protettore dei propri figli, prende il potere, tiene in custodia nella Torre di Londra  i due nipoti Edorado e Riccardo, ma questi spariscono misteriosamente. Ma "mentre gli uomini devono combattere, le donne devono attendere e pianificare".
 
Una storia piena di leggende e dati storici, una bella lettura!
Mag
04
2011
Triste, questo è l'aggettivo giusto per questo libro. Mi ha suscitato tristezza perchè una bimba che non ha avuto un'infanzia felice non può che comunicarmi questo. Una madre, capricciosa, invaghita della sua stessa bellezza, ipocrita con se stessa, imbevuta di cose effimere. Ed Hèlene, una bimba che desidera un abbraccio da sua madre, ma si accontenta della sua istitutrice mademoiselle Rose.

L'amore per la Francia, luogo di villeggiatura di Helenè, ma con dopo la guerra e la rivoluzione d'Ottobre si trasferisce definitivamente a Parigi. Qui le cose cominciano a cambiare sua madre comincerà ad invecchiare e il brutto anatroccolo si è trasformato in donna, scoprendo il fascino che esercita sugli uomini.
Anzichè trasformasi in sua madre sceglie la strada della solitudine.
L'ho trovato bello, elegante, se si può definire così un romanzo, soprattutto mi ha suscitato emozioni.
 
A.G.
ÔĽŅ