Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia è su Twitterrss qds
Quotidiano di Sicilia
Il QdS sul tuo smartphone
Scegli la tua app
East e West Coast di A. Laudani e C. Lazzaro Danzuso


Mar
23
2013
   CATANIA – “Non mollare, mai, mai, mai”, diceva Winston Churchill. E lui non molla, anche se ormai la sua sembra una lotta contro i mulini a vento. Giuseppe Berretta spera ancora, in extremis, di ottenere un ripensamento dai vertici del Pd sulle primarie. E sostiene l’iniziativa di una cartello di associazioni che hanno indetto un’assemblea per ribadire l’opportunità della consultazione popolare. Invero appaiono come gli ultimi fuochi di una battaglia già persa.
Enzo Bianco, infatti, è da settimane in giro come una trottola per preparare il ritorno in municipio. Fino a qualche giorno fa l’ex senatore ha incontrato i rappresentanti cittadini di “Rete imprese per l’Italia”, snocciolando alcuni punti del suo programma: dalla necessità di un piano per la mobilità fino al turismo di qualità. 
Per un Berretta che non si arrende, c’è un Salvo Pogliese che si tira indietro. “Dopo un notevole travaglio, ho deciso di non accettare l’invito a proporre la mia candidatura a sindaco continuando l’impegno per la mia terra all’interno dell’Ars”. Risponde così il vice presidente dell’Ars a quanti lo avevano tirato in ballo, Firrarello e famiglia su tutti. Qualcuno se l’aspettava, ritenendo poco credibile uno sgarbo simile a Raffaele Stancanelli.Quest’ultimo nel pomeriggio di oggi terrà un incontro alle Ciminiere. Un occasione durante la quale, probabilmente, il sindaco inviterà il centrodestra a restare unito sotto il suo vessillo. Ma certo dopo le dichiarazioni di alcuni esponenti del Pdl, che l’hanno definito “inadatto”, servirà più di un volo pindarico e un bel po’ di pompieri. 
 
Antonio Leo
Ott
08
2012
Domenica pomeriggio sono stato a un confronto tra alcuni candidati all’Assemblea regionale siciliana. Si sono
alternati sulla scena politicanti di lungo corso e il cosiddetto nuovo che avanza. Distinguere gli uni dagli altri
sarebbe stato difficile, se non fossero stati divisi in due diverse sessioni come ormai è solito fare nei talk
show. Mi facevano ridere quelle faccette “pulite” in giacca e cravatta che disquisivano di cose straordinarie
come quella fantomatica “proposta” di istituire un tavolo che partorisse qualche maledettissima proposta.
Io non so se è la politica che insozza l’anima più pia, o se le anime belle non sono fatte per la politica.
Becero qualunquismo, si potrebbe obiettare. Ma qui stiamo all’attualità. Se un giovane candidato afferma
che 3.000 euro di rimborso spese per fare avanti e indietro tra Catania e Acireale in nove mesi è il giusto
indennizzo per non consegnare la politica ai ricchi, cosa bisogna pensare? Devo fare un viaggio sulla luna
per non essere tacciato di demagogia? Se risulta che un centro medico utilizza i propri elenchi di sofferenza
per fare campagna elettorale a un ragazzotto della Catania bene, non ho tutto il diritto di non credere più a
niente e nessuno? Altro che qualunquismo, nossignori. Si chiama realismo.
 
Antonio Leo
@ToniBandini
Redazione pagine provinciali
Quotidiano di Sicilia
Set
20
2012
Nella conferenza stampa in cui ha lasciato ufficialmente la poltrona di sindaco di Messina, Giuseppe Buzzanca ha affermato di "aver completato" quello che era il suo programma elettorale.
E mentre un brivido correva lungo la schiena di molti messinesi, noi del QdS abbiamo subito voluto analizzare quanto realmente fatto dal sindaco dimissionario nei suoi quattro anni di gestione di Palazzo Zanca. E tra quanto affermato dall'ex primo cittadino e la realtà sembra davvero esserci un abisso.
Qualche numero? Piano parcheggi: 5,6 mln di € spesi e nemmeno un nuovo posto auto regalato alla città. Piano di dismissione immobili: previsti introiti per ben 49 milioni di €, ma ne sono stati incassati solamente 2. Senza dimenticare lo Svincolo di Giostra-Annunziata che aspetta ancora un'inaugurazione rinviata di mese in mese e di anno in anno...
E voi lettori, cosa ne pensate dell'eredità di Buzzanca?

Articoli recenti Archivio
« settembre 2018 »
lunmarmergiovensabdom
     12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930