Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia � su Twitterrss qds

Quotidiano di Sicilia

 
East Coast di Carmelo Lazzaro Danzuso
il blog sulla Sicilia Orientale


Tag Sopravvivenza

Lug
02
2009
Abbiamo pubblicato pochi giorni fa un interessante articolo di Riccardo Bedogni su una montagna di carbone fossile, un prodotto industriale proveniente dal Sudafrica, che si trova stoccato nei pressi del porto commerciale di Augusta. Il deposito è senza copertura e con una barriera di protezione fatta da alberi molto bassi, con grave preoccupazione delle popolazioni residenti.

Il sito ha ottenuto due autorizzazioni della Regione e il direttore commerciale ha precisato che la “logistica è adatta” e che “i geologi hanno fatto tutte le prove necessarie”. Sembra tutto sicuro, ma questo non basta a rassicurare i cittadini, che continuano ad ammalarsi. Non c’è un nesso di causalità, ma le perplessità restano.

Sarà inquinante, tutto questo? Quando lo scopriremo, sarà già tardi? Il caso citato è un microesempio. Le vicine raffinerie del Petrolchimico siracusano sono invece un esempio più autorevole, come lo è l’amianto scaricato clandestinamente nella zona industriale di Catania, attraversato dalle pecore che brucano l’erba. Dove batte la pioggia che poi permea verso le falde finendo, insieme al latte, sulla nostra tavola.
 
Una catena alimentare compromessa dall’inquinamento che continua ad incatenarci. E che ci schiaccia, sotto la spinta dei consumi e di una speculazione industriale che sembra debba sovrastare a tutti i costi anche la sopravvivenza stessa dell’uomo.