Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia Ŕ su Twitterrss qds
Quotidiano di Sicilia
Il QdS sul tuo smartphone
Scegli la tua app
Orizzonti euromediterranei di Patrizia Penna
il blog della Fondazione euromediterranea Luigi Umberto Tregua


Tag Fondazione Luigi Umberto Tregua

Mag
20
2011
Dal 2007 ad oggi, l’impegno della Fondazione Euromediterranea Luigi Umberto Tregua - Onlus a favore della formazione professionale post-universitaria e della ricerca scientifica è stato fattivo e costante.
 
E a dirlo non siamo noi, ma i numeri. Quattordici, infatti, sono in tutto le borse di studio assegnate a giovani studenti siciliani con meno di trent’anni ed in situazione di svantaggio economico, per un totale di oltre trentamila euro. Ammontano a quarantacinquemila euro, invece, i fondi che la Fondazione ha stanziato in favore dell’altro grande filone di interesse rappresentato dalla ricerca scientifica: i progetti finanziati in collaborazione con la facoltà di Ingegneria dell’Università di Catania sono due e riguardano la gestione sostenibile dei rifiuti ed il risparmio energetico. I progetti, nello specifico, sono frutto di una collaborazione rispettivamente con il Dipartimento di Metodologie Fisiche e Chimiche per l’Ingegneria (D.M.F.C.I.), e con il Dipartimento di Ingegneria e Industriale e Meccanica per l’Ingegneria (D.I.I.M.).
 
Ma torniamo a parlare nuovamente di formazione post-universitaria.
 
Proprio qualche giorno fa, nel corso della seduta del Comitato Scientifico della Fondazione, presieduto dal prof. Benedetto Matarazzo, ordinario di Matematica finanziaria presso la facoltà di Economia dell’Università di Catania, è stata deliberata la graduatoria dei quattro vincitori del bando 2010-2011. Si tratta di: Rossella Dottore, di Enna; Francesco Pupillo, dalla provincia di Siracusa; Alessandra Balsamo di Caltanissetta e Veronica Angela Vinci, catanese.
 
La selezione e la scelta dei vincitori si è rivelata impresa estremamente ardua, dal momento che i componenti del Comitato, si sono trovati di fronte a domande presentate da candidati provenienti da tutta la Sicilia e con curricula di grande livello. Ai quattro vincitori verrà adesso assegnato un voucher del valore di 2.500 € ciascuno che servirà per finanziare la partecipazione a master di primo e secondo livello attivati dall’Università di Catania o, motivatamente, da altra Università.
 
Come si legge nel testo del bando “la borsa di studio potrà essere utilizzata per master che abbiano inizio successivamente alla data di pubblicazione del bando e di presentazione della domanda e comunque entro il 2011”. È possibile destinare alla Fondazione il 5x1000, senza alcun onere a carico del contribuente. Per fare ciò, basta inserire nella prossima dichiarazione dei redditi, il seguente codice fiscale: 93139030873.
 
Gli altri 7 componenti del Comitato Scientifico, tutti dell’Università di Catania, sono: la prof.ssa Grazia Priulla, in qualità di vicepresidente (facoltà di Scienze Politiche), il prof. Giuseppe Siracusa, il prof. Ignazio Maria Marino (facoltà di Scienze Politiche), la prof.ssa Elita Schillaci (facoltà di Economia), il prof. Emanuele Rimini (facoltà di Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali), ed infine il prof. Francesco Bottino e il prof. Rosario Lanzafame (entrambi della facoltà di Ingegneria).
 
Il Comitato, a breve, si riunirà nuovamente per deliberare il nuovo bando 2011-2012 che prevede l’assegnazione di altre 4 borse di studio. Il testo integrale del bando sarà quindi disponibile su questo blog.
Apr
21
2011
CATANIA – Carmela Elita Schillaci, ordinario in “Imprenditorialità, Nuove Imprese e Business
Planning” e “Strategia e Finanza di Impresa” presso la Facoltà di Economia dell’Università degli
Studi di Catania, è stata nominata nuovo componente del Comitato Scientifico della Fondazione
Euromediterranea Luigi Umberto Tregua Onlus
.

La Fondazione opera nel settore della ricerca scientifica ma soprattutto dell’alta formazione
professionale e dal 2007 ad oggi ha assegnato 10 borse di studio (per un valore complessivo di oltre
ventimila euro) in favore di giovani studenti siciliani in situazione di svantaggio economico, ai quali
è stato così possibile partecipare a master post-universitari di primo o secondo livello.

Il Comitato Scientifico, che delibera e approva i bandi e valuta tutte le domande ed i relativi lavori,
è presieduto dal prof. Benedetto Matarazzo, ordinario di Matematica finanziaria presso la facoltà
di Economia dell’Università di Catania. Gli altri sette componenti, tutti dell’Università di Catania,
sono: la prof.ssa Grazia Priulla, in qualità di vicepresidente (facoltà di Scienze Politiche), il prof.
Giuseppe Siracusa, il prof. Ignazio Maria Marino (facoltà di Scienze Politiche), il prof. Emanuele
Rimini (facoltà di Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali), ed infine il prof. Francesco Bottino e il
prof. Rosario Lanzafame (entrambi della facoltà di Ingegneria).

Elita Schillaci, figura di grande spessore intellettuale nel panorama imprenditoriale catanese e non,
si occupa prevalentemente di innovazione e high-tech, processi di governance, family business,
marketing territoriale e sviluppo di cluster territoriali. Ha approfondito, tra gli altri, i temi dei
network imprenditoriali, dei processi di ricambio generazionale, della nascita di nuove imprese,
degli spin-off accademici, dei rapporti proprietà-management e delle alleanze interaziendali.

Patrizia Penna
Feb
16
2010
Era il 2007 quando Carlo Alberto Tregua, direttore del Quotidiano di Sicilia ha costituito la Fondazione intitolata al padre, Luigi Umberto Tregua, uomo di grandi doti morali e umane, e di elevate capacità imprenditoriali.
 
L’idea – spiega il giornalista – era quella di riaffermare la continuità della visione della società che aveva mio padre, convinto che occorresse promuovere l’elevazione degli individui attraverso il progresso economico, sociale e soprattutto culturale. Ideali questi che mi hanno formato e che mi sono stati guida per tutta la mia vita. Di qui la scelta di istituire e assegnare delle borse per studenti  economicamente svantaggiati, ma anche di sostenere progetti che riguardano lo smaltimento dei rifiuti e la riduzione dei consumi energetici”.
 
Sostenere i giovani talenti siciliani sul fronte dell’istruzione, della formazione post-universitaria e professionale: è con questo preciso obiettivo, dunque, che la Fondazione, già dal 2007, ha iniziato ad assegnare borse di studio del valore di € 2.500 ciascuna a studenti meritevoli ma svantaggiati per fattori sociali ed economici.
 
Sette sono state le borse bandite nel 2008. Otto sono invece quelle da assegnare entro il 2010.
 
Ma l’impegno della Fondazione non si esaurisce qui..e il blog servirà proprio a questo, ovvero a far conoscere più da vicino tutte le iniziative promosse dalla nostra Fondazione a sostegno dei giovani siciliani e, come vedremo, non solo..
 
´╗┐