Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia � su Twitterrss qds

Quotidiano di Sicilia

 
Palluniblog di I. Vasari e P. Penna
il blog sullo sport siciliano


Tag Basket Femminile

Gen
24
2011
Questa settimana diamo uno sguardo alla pallacanestro femminile.
Nella massima serie, il Taranto di coach Ricchini ha espugnato il PalaPriolo con il punteggio di 64-73. Non è bastata l’ottima prova corale delle siciliane allenate da Santino Coppa che nulla hanno potuto contro le campionesse d’Italia.

Veniamo alla cronaca. Partono bene le padrone di casa con un mini-parziale di 4-0 che lascia ben sperare e Priolo chiude il primo quarto con un solo punto di svantaggio (20-21).

Anche nel secondo quarto la squadra di casa regge perfettamente i ritmi di gioco delle pugliesi e risponde colpo su colpo grazie anche al sacrificio della cubana Tania Seino, non in perfette condizioni fisiche. Nelle file avversarie, l’ex Gianolla non viene schierata nello starting-five a causa di una brutta influenza e l’altra ex, Michelle Greco resterà in panchina tutti e quaranta i minuti per acciacchi fisici ma c’è Mahoney in grande spolvero e dalla lunga distanza non perdona: a fine partita tornerà a casa con un bottino di ben 21 punti.

Da segnalare il rientro del capitano Susanna Bonfiglio. In campo l’equilibrio dura anche per tutto il secondo tempino che si chiude 34-40.

Al rientro dagli spogliatoi, il Cras Taranto mette letteralmente il turbo e si porta subito a +8 e poi ancora a +12 al 26’: un vantaggio che porta la firma di Dacic.

Il nuovo arrivo Eric prova a tenere a galla la propria squadra ma la corazzata Taranto è inarrestabile. Mahoney fa il buono e il cattivo tempo anche sotto le plance e le pugliesi, seconda forza del campionato, portano a casa una vittoria sudata ma meritata.
Nulla da fare invece per Fabbri e compagne che restano ferme in classifica a 8 punti (all’attivo solo quattro vittorie). Dopo quella rimediata a Schio, un’altra sconfitta il quintetto priolese, all’indomani tra l’altro  delle dimissioni irrevocabili da parte del Presidente Paolo Giuliano.

P.P.