Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia � su Twitterrss qds

Quotidiano di Sicilia

Voci dai Palazzi di Lucia Russo
il blog sull'Assemblea regionale siciliana, il governo e la pubblica amministrazione


Tag Certificati Medici

Ott
06
2010
La Sicilia risale la china e si aggrega alle regioni d'Italia che si sono dimostrate più attente nell'adeguarsi al sistema web dei certificati di malattia.

E così salgono a circa 24 mila nell'ultima settimana i certificati già inviati via web, secondo i dati pubblicati oggi dal ministro Brunetta.

Lode e onore ai medici del Servizio sanitario regionale che si sono già accreditati al sistema telematico di trasmissione dei certificati di malattia dei dipendenti sia pubblici che privati, raggiungendo la soglia del 70 per cento di medici con il Pin.

In Italia è l'88 per cento dei medici già accreditati, ma non ci possiamo lamentare, in questo caso non siamo tra gli ultimi.
Set
16
2010
Cresce il numero dei certificati medici inviati per via telematica all'Inps, novità introdotta da Brunetta per velocizzare il sistema e renderlo anche più facilmente accessibile ai datori di lavoro. I datori di lavoro possono richiedere all'Istituto di inviare alla propria casella di posta elettronica certificata (PEC) le attestazioni di malattia dei dipendenti.
 
La Sicilia arranca infatti su 340.917 certificati di malattia che risultano a settembre complessivamente trasmessi all’Inps solo 3.844 sono pervenuti dalla Sicilia, mentre dalla Lombardia ne sono pervenuti 207.717. La circolare Brunetta dell'11 marzo 2010 che ha avviato il sistema, ha pure reso operativa un'apposita Commissione di collaudo composta da rappresentanti del Dipartimento per la digitalizzazione della pubblica amministrazione e l'innovazione tecnologica e del Dipartimento per la Funzione pubblica della Presidenza del Consiglio dei Ministri, del Ministero della Salute, del Ministero dell'Economia e delle Finanze, dell'INPS, dell'INPDAP, della FNOMCeO e della Conferenza delle Regioni e delle Province Autonome.