Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia è su Twitterrss qds
Quotidiano di Sicilia
Il QdS sul tuo smartphone
Scegli la tua app
Voci dai Palazzi di Lucia Russo
il blog sull'Assemblea regionale siciliana, il governo e la pubblica amministrazione


Tag Consulenze

Giu
30
2010
Sono 99 le consulenze alla Regione Siciliana di cui 21 incaricate da dirigenti di dipartimento, come se non bastassero le competenze di più di duemila dirigenti regionali, uno ogni 8 dipendenti.
 
Il procuratore generale della Corte dei Conti Mario Ristuccia proprio la scorsa settimana ha denunciato la situazione di sprechi nelle Regioni e negli Enti locali. La Sicilia per troppe consulenze alla Regione tende a primeggiare.
 
In Lombardia, ad esempio, risultano per il 2010 solo 19 consulenze, eppure lì dispongono solo di 207 dirigenti, uno ogni 16 dipendenti.
 
Per ogni assessore sono stanziati nel bilancio preventivo 2010 della Regione novantamila euro di consulenze, tranne che per l'assessore al Turismo che può spendere fino a 130 mila euro e aggiungendo altri capitoli per consulenze di dipartimento sparsi in alcuni assessorati, ad esempio 600 mila euro all'Economia, in totale sono a disposizione 2,5 milioni di euro.
 
Secondo il preventivo della Regione Lombardia per il 2010 si può spendere invece solo fino a un milione di euro.
Gen
29
2010
Nonostante il principio di buona amministrazione impone di sfruttare al massimo le professionalità interne, le pubbliche amministrazioni siciliane hanno speso nel 2008 circa 151 milioni di euro per affidare consulenze e incarichi a professionisti esterni.

L'elenco degli enti che non hanno avuto la responsabilità di comunicare i dati sulle consulenze assegnate è particolarmente lungo per la Sicilia. Ben sette pagine su un documento di 80 pagine pubblicato per tutte le regioni sul sito del ministero per la Pubblica amministrazione e l'Innovazione.

Ma il ministro non tollera gli inadempienti e ha deciso di inviare a 100 amministrazioni scelte a campione degli ispettori ministeriali. Inoltre dovrebbero sapere i dirigenti degli enti in questione che fino a quando i dati non vengono comunicati, non possono affidare all'esterno nuovi incarichi.