Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia è su Twitterrss qds
Quotidiano di Sicilia
Il QdS sul tuo smartphone
Scegli la tua app
Voci dai Palazzi di Lucia Russo
il blog sull'Assemblea regionale siciliana, il governo e la pubblica amministrazione


Tag Legge Costituzionale N. 2/2013

Feb
06
2014

Commissariare la Regione per grave violazione dello Statuto, perché i deputati sono venuti meno al giuramento - di cui all’articolo 5 – di esercitare le loro funzioni per il bene dell’Isola. Il QdS sostiene questa tesi.

Lo sapete quanto si risparmierebbe mandando a casa i deputati e affidando per tre mesi la Regione a tre commissari competenti che dovrebbero fare le riforme, che la Sicilia attende da vent’anni? 67 milioni di euro solo dall’Assemblea regionale, ovvero 40,2 milioni da spendere in meno nel 2014 e 24 milioni dal 2015 al 2019. Come mai? I tre commissari dovrebbero (Statuto, art. 8, comma 4) indire le nuove elezioni per l’Assemblea regionale nel termine di tre mesi, dunque  manderebbero subito a casa i novanta deputati regionali per i prossimi tre mesi con un risparmio di più di 13,4 milioni al mese, 40,2 milioni risparmiati in tre mesi.

In più, andando a nuove elezioni, in base alla legge costituzionale n. 2/2013, l’Assemblea regionale sarà composta da 20 deputati in meno rispetto agli attuali, 70 anzicchè gli attuali 90, con un risparmio annuale di 6 milioni di euro, ovvero 24 milioni dal 2015 al 2019, considerato che solo un deputato costa 300 mila euro l’anno.

Meditate gente, meditate…