Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia è su Twitterrss qds
Quotidiano di Sicilia
Il QdS sul tuo smartphone
Scegli la tua app
Voci dai Palazzi di Lucia Russo
il blog sull'Assemblea regionale siciliana, il governo e la pubblica amministrazione


Tag Lombardo

Nov
19
2009
Abbiamo studiato già alle scuole medie che il Governo è l'organo chiamato a esercitare il potere esecutivo, ovvero l'esecuzione dell'indirizzo politico. Come viene formulato l'indirizzo politico? A livello di Governo regionale, dalle direttive degli assessori.

Per quanto riguarda il governo Lombardo, nonostante le tre direttive del presidente, una di marzo e due di agosto, rivolte agli assessori affinchè formulassero gli indirizzi per l'azione amministrativa dei loro dirigenti, abbiamo verificato, con un'inchiesta pubblicata dal Quotidiano di Sicilia di martedì 17 novembre che solo la metà dei componenti del governo si è attivata.

Il fatto è che per il 2009 questi indirizzi sono stati dati a partire da settembre 2009, quindi a soli 4 mesi dalla fine dell'anno di riferimento!

Questo non è governare. La Sicilia non potrà mai superare gli ostacoli allo sviluppo fino a quando non ci sarà un vero esecutivo. È importante che gli assessori in carica, di qualsiasi appartenenza politica, ne prendano atto.
Giu
15
2009
Quanto costano i Gabinetti degli assessori regionali e del presidente della Regione? Apriamo insieme il bilancio della Regione, pubblicato sul sito ufficiale nella pagina dell’assessorato al Bilancio.

Il presidente della Regione Lombardo, nel primo bilancio approvato dalla sua Giunta – il precedente del 2008 era stato approvato dalla giunta Cuffaro - riesce a risparmiare nel suo Gabinetto, seguendo l’esempio illustre del presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano che ha ridotto di 3,5 milioni le spese del Quirinale.

Se il Gabinetto del governatore della Sicilia nel 2008 costava 12,3 milioni di euro, per il 2009 è stata preventivata una spesa di 10 milioni.

Via l’Ufficio per le relazioni diplomatiche e internazionali e zacchete 600 mila euro in meno. Il cerimoniale, incontri di studio e convegni? Nel 2008 Cuffaro segnava 5,5 milioni, Lombardo invece ne ha segnati 4. Per il premio Sicilia “Archimede” 100 mila euro anziché 520 mila. E ancora un taglio di 130 mila euro alle spese per pareri, studi e indagini. Totale risparmio: 2,2 milioni di euro.

E i Gabinetti degli assessori? Ne parleremo nei prossimi post, ma se volete essere informati, già sul QdS di martedi 16 giugno trovate a pagina 10 un mio servizio di approfondimento.

Voglio chiudere questo post aprendo un dibattito: l’indennità di carica del presidente della Regione è di 90 mila euro, cosa ne pensate, è giusta, è esagerata o è poco? Quale sarebbe per Voi un’indennità di carica giusta per il governatore dei siciliani?
Giu
12
2009
Il tema dell’Autonomia e della piena attuazione dello Statuto siciliano è caro al QdS sin dal 1979, quindi ben prima sia di Bossi che di Lombardo.

Negli ultimi mesi abbiamo concentrato l’attenzione sul tema in diversi articoli, dall’inserto sulla Legge sul Federalismo fiscale, pubblicato alle pagine 11 e 12 il 21 maggio scorso, all’analisi del modello di successo, il Federalismo in Spagna, pagina 6 del 20 gennaio e pagina 10 del 15 aprile 2009, ed ancora l’inserto sul Milazzismo, Sicilia 1958, la prima frattura nell’elefante Dc.

Jordi Pujol, presidente della Catalogna, la regione più ricca della Spagna, per 23 anni, sottolinea che per realizzare il federalismo la competitività tra le regioni deve mantenere livelli molto alti.

Ma allora cosa deve fare innanzitutto la Sicilia, anzi soprattutto cosa devono fare i suoi governanti? Far sentire la propria voce e fare in modo che l’attuazione della legge sul federalismo preveda l’applicazione degli articoli 36, 37 e 38 dello Statuto, sull’autonomia finanziaria della Regione, che ad oggi sono rimasti inapplicati.