Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia � su Twitterrss qds

Quotidiano di Sicilia

Voci dai Palazzi di Lucia Russo
il blog sull'Assemblea regionale siciliana, il governo e la pubblica amministrazione


Tag Spesa

Nov
04
2009
Il tanto preannunciato Pdl Sicilia è diventato realtà. Per un Parlamento eletto nel 2008 e che si era caratterizzato per un numero di gruppi parlamentari inferiori al passato, cambia la fisionomia. Si aggiunge ai cinque già esistenti (Gruppo Misto, Il Popolo della Liberta' , Movimento per le Autonomie, Partito Democratico, Unione dei Democratici Cristiani e dei Democratici di Centro ) un gruppo nuovo, quello del Pdl Sicilia.

Non vogliamo affrontare la questione dal punto di vista politico, bensì della spesa che per il Parlamento siciliano è destinata a crescere perché ad ogni gruppo parlamentare spettano delle assegnazioni dal bilancio, appositi uffici e personale.

Nel Rendiconto delle spese dell’Assemblea per il 2008  si legge che come Contributi ai Gruppi parlamentari  sono stati sborsati quasi 7 milioni.
 
Nelle previsioni di spesa per il 2009 sono segnati 8,1 milioni, cioè già 600 mila euro in aumento, eppure i gruppi sono di meno di quelli che c’erano prima delle ultime elezioni.
 
Adesso che ce n’è un gruppo in più nuovi stanziamenti…E noi siciliani paghiamo…
Set
21
2009
Sicuramente non alla Regione siciliana. Sono anni che si denuncia un Parlamento, il più costoso d’Italia. E che si fa? La spesa continua a salire, fino a cinque milioni di euro in più nel 2009. I politici responsabili dell'istituzione rispondono che ci sono spese di carattere obbligatorio e che bisogna tener conto dei consumi 2008.

Ma come? Perché non si può stare più attenti e consumare meno luce, acqua e gas e caffè? Che invidia: il presidente del Parlamento lombardo ha fatto cambiare la caldaia e per il riscaldamento risparmiano da quest'anno 25 mila euro annue.

Noi no, di risparmiare non se ne parla e per la ristorazione dei nostri politici nel palazzo regale si spendono quasi centomila euro in più. E poi il centralino interno no, ci vuole un call center esterno e altre centomila euro in più. Il personale? Quello che c’è non basta, nuove assunzioni. E la spesa sale.

Sì perché ricordiamoci che grazie ad una legge del 1965 i nostri parlamentari e i dipendenti Ars hanno lo stesso trattamento economico che si applica al Senato.

Presidente Cascio promuovi una legge regionale che annulli quella del 1965, per abolire questo privilegio! Potrai passare alla storia e avere tutte le prime pagine nazionali. E anche la Sicilia.
 
Sarebbe un'ottima promozione di immagine della nostra Isola.
Lug
28
2009
Le norme che invitano al contenimento della spesa della Regione ci sono, a partire dalla direttiva del presidente della Regione del 15 settembre 2008 per poi continuare in tutto il 2009 con leggi regionali e decreti e circolari assessoriali.

C’è un decreto dell’otto maggio che ha scelto a campione alcuni capitoli da monitorare. Tra questi c’è quello sulle fotocopie, carte bollate stampe che da 7 mila euro spese nel 2008, balza a 21 mila euro nel 2009. Oppure per l’assessorato Agricoltura e Foreste il capitolo sulle spese di pulizia da 60 mila euro spese nel 2008 vede un preventivo di 350 mila euro per il 2009. Ma come è possibile? La stessa legge finanziaria per il 2009 (l.r. 6/09) aveva invitato i dirigenti all’ottimizzazione della spesa.

È facile spendere, è difficile, invece, restringere quando si ci è abituati per anni ad uno standard elevato. Ma il tempo stringe, il federalismo è alle porte, incluso il processo di standardizzazione dei costi.
 
Deve essere chiaro a tutti, politici e amministratori: non vi potete più permettere di sperperare il denaro pubblico per interessi di parte.
Lug
06
2009
La magistratura contabile nel tradizionale Giudizio di parificazione dell’esercizio finanziario dell’anno precedente della Regione, quest’anno il 2008, ha denunciato il peso esercitato nella spesa corrente dal costo del personale. In particolare nella Sanità c’è il problema della gestione del servizio di Pronto soccorso, che conta oggi tra autisti e soccorritori 3.200 unità.

Leggendo la relazione del procuratore generale d’appello, Giovanni Coppola, si scopre che secondo la convenzione originaria tra Regione siciliana e Croce Rossa Italiana, il servizio “118” doveva essere assicurato con 157 ambulanze, ma a fine 2008 le ambulanze ammontavano a 256.

E ancora: non solo risulta un aumento del numero degli autisti /soccorritori, ma anche la spesa per la relativa retribuzione che era di 68 milioni di euro nel 2006, è diventata 78 milioni di euro nel 2007 ed è arrivata a 82 milioni e 323 mila euro nel 2008.
Giu
19
2009
Nuovo appuntamento con la lettura del Bilancio preventivo 2009 della Regione approvato dal Parlamento siciliano a fine aprile.
 
In particolare, questa volta guardiamo alla spesa corrente dei Gabinetti dei dodici assessorati, aumentata di 4,5 milioni di euro rispetto al Bilancio preventivo della Regione per il 2008.

Le indennità di carica dei dodici assessori costano 1,3 milioni di euro, cioè in media ogni assessore riceve 108 mila euro di stipendio all’anno. A questo si deve aggiungere la spesa per i viaggi degli assessori per ciascuno dei quali c’è un budget dai 40 agli 80 mila euro. Considerato che un ministro ha un’indennità di 102 mila euro l’anno, ciò significa che gli assessori regionali guadagnano più dei nostri ministri.

Continuando la lettura del Bilancio rispetto alla spesa dei Gabinetti degli assessori, esce fuori che il peso maggiore deriva dal costo del personale per voci che si aggiungono alla busta paga, come incentivi, accessori, assegni fissi, oneri sociali, alcune di esse addirittura assenti nel preventivo 2008.

Inoltre sono in aumento le collaborazioni coordinate e continuative, le spese per missioni del personale in servizio all’ufficio di gabinetto e per gli esperti e i consulenti.

Ecco spiegati i 4,5 milioni di euro in più per il preventivo 2009 della spesa dei Gabinetti degli assessorati della Regione per il 2009.