Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia � su Twitterrss qds

Quotidiano di Sicilia

Voci dai Palazzi di Lucia Russo
il blog sull'Assemblea regionale siciliana, il governo e la pubblica amministrazione


Tag Trasparenza

Mag
17
2011
Currricula dei dirigenti pubblici e relativi stipendi vanno pubblicati nei siti internet delle amministrazioni di competenza. Lo prevede il decreto legislativo 150/2009 e il dipartimento Famiglia della Regione Siciliana, diretto da Rosolino Greco, vi ha dato applicazione entro i termini stabiliti da Brunetta e dunque molto prima rispetto all’applicazione della legge regionale 5/2011.
 
Negli altri dipartimenti della Regione pagine bianche, spesso non c’è nemmeno l’accenno alla parola “Trasparenza”. Al dipartimento Funzione pubblica abbiamo per il momento riscontrato l’informazione “Under construction”, ovvero ci stanno lavorando.

Il Dipartimento Famiglia, che fa eccezione, va il merito anche di aver pubblicato il tutto con un’ottima evidenza, grazie al richiamo con la casetta di vetro, simbolo dell’apertura al cittadino, e con l’utilizzo del modello previsto da Brunetta, ovvero il cv europeo in fondo al quale si trova lo stipendio lordo del dirigente ben dettagliato.
Dic
16
2010
Lo sapevate che il dirigente generale del dipartimento Funzione pubblica regionale, Giovanni Bologna, ha firmato una direttiva del Servizio 5 "Trasparenza e semplificazione", dove è scritto chiaro che l’azione amministrativa deve essere resa pubblica tramite sito internet, in applicazione del decreto legislativo 150 del 2009.

Dunque i dirigenti e il personale della pubblica amministrazione non possono nascondersi dietro la scusa della protezione dei dati personali o della richiesta di accesso agli atti senza la quale non forniscono informazioni ai cittadini sulle loro performance.

La direttiva è pubblicata sul sito internet della Regione siciliana, dipartimento Funzione pubblica. è opportuno che la conoscano bene non solo i dirigenti e dipendenti regionali ma anche noi cittadini. in maniera che di fronte al dipendente pubblico che invoca il diritto alla privacy noi rispondiamo: “la trasparenza verso il cittadino per la pubblica amministrazione è ormai un obbligo”.
Ott
20
2009
Lo sapevate che i prezzi di acquisto di pace maker, defibrillatori, stent, protesi d'anca e di ginocchio, insomma dei c.d. dispositivi medici, devono essere resi pubblici dalle aziende della sanità tramite pubblicazione sul loro sito web?
 
Lo dice la finanziaria nazionale 2003, che però in Sicilia è rimasta inapplicata. Non solo le aziende non pubblicano, ma succede anche che da un'azienda all'altra per lo stesso prodotto acquistato si è pagato un prezzo diverso.

Basta nascondere i dati! La trasparenza è garanzia di pubblicità e anche di riduzione dei costi. Abbiamo affrontato l'argomento delle forniture delle aziende sanitarie e ospedaliere sul Quotidiano di Sicilia di sabato 17 ottobre scorso e anche di giovedi 8 ottobre.
 
Nei giorni scorsi abbiamo ricevuto in redazione un fax del Sindacato degli infermieri Nursing up di Siracusa contenente una lettera al direttore generale dell'Asp di Siracusa in cui è scritto testualmente: "Si chiede quali interessi ha da nascondere la direzione dell'Ausl 8 prima e dell'Asp oggi, che non ha ancora provveduto a tale adempimento che, tra l'altro rientra anche nell’ambito della valutazione della performance dei manager sanitari come previsto dalla legge di riforma 5/09".