Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia è su Twitterrss qds
Quotidiano di Sicilia
Il QdS sul tuo smartphone
Scegli la tua app

Le vostre denunce

Autore:Liska
Email:Lisk.a@infinito.it 
Categoria:Sanità
Destinatario:Ai cittadini
Oggetto:Beviamo veleno! 

L'ACQUA, il bene più prezioso che possediamo, è stata imprigionata e uccisa in pratiche gabbie di plastica e ciò, per dar vita ad un mercato nazionale senza precedenti, privo di controllo e scrupoli in chi ne trae profitto. Queste gabbie si chiamano "bottiglie" e vengono valorizzate dalla pubblicità in televisione o altro.In questo modo, ogni giorno tali "gabbie" invadono le tavole delle famiglie e viaggiano indisturbate nello zaino dei bambini.Tutto appare normale o lecito, mentre la realtà e ben diversa e grave.L'acqua ingabbiata viene trasportata, scaricata in piazzali ed esposta nelle vetrine...insomma, viene contaminata da luce, sbalzi di temperatura e smog.Le leggi per la corretta conservazione dell'acqua in bottiglia esistono e sono anche molto severe per chi non le rispetta.Tuttavia manca la volontà di eseguire adeguati controlli da parte delle forze dell'ordine, anche loro vittime inconsce del medesimo mercato. Ma basterebbe guardare, decidere finalmente di vedere e agire!
Denuncia inviata il 07 febbraio 2008