Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia è su Twitterrss qds
Quotidiano di Sicilia
Il QdS sul tuo smartphone
Scegli la tua app

Le vostre denunce

Autore:Giovanni Coccoli
Email:gllsco@tin.it 
Categoria:Pubblica amministrazione
Destinatario:comune di messina, o chi ne fa le veci
Oggetto:io pago,ma voi mettetevi in regola ! 

Messina, Via Ghibellina, sosto nelle strisce blu per cercare un tabacchino in cui acquistare, da civile cittadino, i "gratta e sosta" da esporre nel cruscotto della macchina, non passano più di 7 minuti, con scontrino alla mano, che trovo nel parabrezza il verbale di constatazione per sosta in parcheggio a pagamento senza esporre il tagliando. La mia lode va all'agente che con solerzia firma il verbale senza darsi il tempo utile per accettarsi che il "trasgressore" andasse proprio a comprare i tagliandi, i quali non arrivano a casa via posta. Vorrei farvi notare inoltre che escrementi dei cani e mattonelle rotte addobbano tale via, senza che nessuno di dovere mai abbia segnalato questo tipo di disagio a cui si va incontro per le vie cittadine, ma questo è un altro discorso, in effetti a nessuno interessa segnalare disagi in cui l'amministrazione dovrebbe uscir soldi per vigilare sulle palette dei proprietari di cani, sulla pulizia e nel rattoppar buche pericolose nei marciapiedi, quanto nelle strade. A dimostrazione di questa politica "mangia-soldi" e di un assoluto feudo ed egemonia dell'amministrazione nella città, vi è appunto la mia vicenda, comune a chissà quanti altri già vittime di questa forma di monarchia. Sarebbe meno truffaldino imporre una tassa per l'entrata in città usufruendo dei posteggi liberi, adducendo all'elevato tasso di inquinamento o che so io, piuttosto che far segnare tutti i posteggi con le strisce blu, e quindi non dando scelta al cittadino di sostare in zone "bianche", appunto come un "pizzo". In effetti, se andiamo a leggere per intero l'art. 7, lo stesso per cui mi vedrò costretto "per legge" a pagare il verbale, leggiamo che il punto 8 dello stesso articolo recita : 8. Qualora il comune assuma l'esercizio diretto del parcheggio con custodia o lo dia in concessione ovvero disponga l'installazione dei dispositivi di controllo di durata della sosta di cui al comma 1, lettera f), su parte della stessa area o su altra parte nelle immediate vicinanze, deve riservare una adeguata area destinata a parcheggio rispettivamente senza custodia o senza dispositivi di controllo di durata della sosta. Tale obbligo non sussiste per le zone definite a norma dell'art. 3 "area pedonale" e "zona a traffico limitato", nonché per quelle definite "A" dall'art. 2 e in altre zone di particolare rilevanza urbanistica, opportunamente individuate e delimitate dalla giunta nelle quali sussistano esigenze e condizioni particolari di traffico.? Per tale punto, comuni più piccoli e più civili, hanno fatto ammenda, annullato le multe, e messi in regola con la legge. Ma di cosa sto parlando, sto in una città agli ultimi posti per vivibilità, paghiamo le multe e stiamo zitti.
Denuncia inviata il 02 marzo 2008