Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia è su Twitterrss qds
Quotidiano di Sicilia
Il QdS sul tuo smartphone
Scegli la tua app

Le vostre denunce

Autore:ANGELO PENDOLA
Email:angelopendola@libero.it 
Categoria:Altro
Destinatario:POSTE ITALIANE S.P.A.
Oggetto:Disservizi postali 

POSTE ITALIANE S.P.A. Al Signor Direttore Generale Egregio Signor Direttore Generale, La prego di leggere quanto, in breve, ho da raccontarLe. Il fatto che mi è capitato interessa non soltanto la mia persona, ma anche molti cittadini di Sambuca di Sicilia, e forse di tanti altri comuni. E non è l'unico episodio riferibile alle Poste Italiane. Da qualche tempo i postini operanti in Sambuca venivano gestiti dalle Poste di Sciacca, con disagi enormi per i cittadini. Come se non bastasse, da alcuni mesi capita quello che solo in un'Italia allo sbando può succedere: il personale addetto al recapito della posta che risiede a Sambuca, la mattina si sposta - con lo scooter aziendale -, per andare a riempire la propria borsa della corrispondenza, a Santa Margherita di Belìce; poi torna a Sambuca, distribuisce la posta e ritorna a Santa Margherita, per poi ritornare, ancora una volta, a Sambuca. Storie dell'incredibile: allucinanti. Ma questo non è tutto. Il cittadino si ritrova nella buca delle lettere un avviso (come è capitato a me) per una raccomandata - che potrebbe avere una certa importanza, delle scadenze - si reca all'Ufficio postale del paese, dove gli viene detto di ripassare almeno dopo un paio di giorni, in quanto la raccomandata ritorna all'Ufficio di Santa Margherita, viene caricata, a suo tempo, per ritornare - a suo tempo - a Sambuca. Mi chiedo: ma veramente si è diventati così irresponsabili nel proprio dovere (Direzione Poste, attenzione) nella corsa smodata alla ricerca di più guadagni e meno spese, al punto di non guardare - di fregarsene direi - dei mille e più i disagi per i cittadini e per il proprio personale sempre più ridotto? Possibile che nessun Governo riesca a prendere a cuore i problemi della gente che dovrebbe rappresentare e difendere contro chi si sforza di complicare la vita dei contribuenti? Cordiali saluti e grazie per l'ospitalità Angelo Pendola Sambuca di Sicilia, I/a 15/a di ottobre 2008 Giornalista pubblicista non più iscritto all'Albo. Via A. Amorelli, 30 92017 Sambuca di Sicilia 0925942361 3286975876
Denuncia inviata il 25 ottobre 2008