Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia è su Twitterrss qds
Quotidiano di Sicilia
Il QdS sul tuo smartphone
Scegli la tua app

Le vostre denunce

Autore:paol capone
Email:paola_capone@yahoo.it 
Categoria:Giustizia
Destinatario:giornale
Oggetto:Licenziamento ingiusto di dirigenti scolastici in Sicilia (CGA, 25/05/2009, n. 478): alcuni interrogativi  

Licenziamento ingiusto di dirigenti scolastici in Sicilia (CGA,
25/05/2009, n. 478): alcuni interrogativi

Lettera aperta al Presidente della Repubblica
Caro Presidente,
considerato che per i dirigenti scolastici siciliani licenziati
ingiustamente “… Non vi è alcun dubbio che si tratti di un effetto
dirompente …“, come “saggiamente” è scritto nel Giudizio
ottemperanza CGA 1064/09 (10/11/2009), e mentre “a Roma si
discute e a Sagunto si seguita a sperare” ci si continua a
chiedere:
1) Perché il CGA (Consiglio di Stato solo per la
Sicilia), nella sentenza 478/2009 del 25/05/2009 che
annullerebbe il Concorso per dirigenti scolastici, per mancanza
di “collegio perfetto”, non ha tenuto conto di tutte le sentenze
precedenti (C.G.A..., 21/05/2003, n. 202; CdS, sez. V,
01/10/2002, n. 5139; CdS, 05/08/2005 n. 4165; CdS, Adunanza
della Sezione terza del 26 febbraio 2002, N° Sezione
1723/2001 – 2048/2001.; CdS, sez IV, 22/12/2009, n. 8625),
dello stesso CGA, ma anche del Consiglio di Stato, che
ammettono, contrariamente a quanto affermato nella 478/2009,
che “collegio perfetto” è la semplice nomina e presenza di tutti i
commissari? e il Presidente della Commissione ha solo il
compito di coordinamento delle sottocommissioni e non quello
di stare fianco a fianco, attaccato a ogni commissario, a
momenti 24 ore su 24?
2) Se le Commissioni giudicatrici del Concorso sono
state costituite allo stesso modo in tutta Italia (DDG
22.11.2004, D.P.C.M. 30.05.2001, n. 341; Dir. Minist., Nota n.
1160 del 19/09/2005), perché vengono annullate solo in Sicilia?
3) Perché alcuni candidati non vengono ammessi al
processo in cui sono licenziati (i ricorrenti possono affermare
che la commissione non è un collegio perfetto mentre altri
candidati non possono sostenere che la commissione è un
collegio perfetto)?
4) Perché l'Avvocatura dello Stato non si è costituita
per difendere la sentenza di I grado del TAR impugnata davanti
al CGA Sicilia?
5) E' giusto e corretto restituire in astratto il bene della
vita a una persona, che neanche l'aveva (giudicata
negativamente per tre volte alle prime prove scritte),
togliendolo a oltre 426 persone più tutte le loro famiglie, oltre le
scuole e la società coinvolta?
6) Perché la sentenza di ottemperanza insiste sullo
restituire il “bene della vita” alla ricorrente quando la stessa
precisa che non lo vuole? Si può accettare che il suo “bene
della vita”, secondo la ricorrente, non sia quello di diventare
dirigente scolastico, ma di far licenziare 427 persone?
7) La Magistratura penale ha archiviato lÂ’indagine
relativa al comportamento presunto, da alcuni, doloso della
commissione con buona pace del “concorso truffa”.
8) Perché alcuni giornalisti, alcuni politici, e altri …,
che hanno familiari che hanno partecipato alle prove scritte,
sono contro il concorso? Perché tanto accanimento da una
parte politico - sociale contro i dirigenti vincitori e contro un
concorso regolare?
9) Perché si insiste a voler fare il male dello Stato con
l’annullamento (esso porterà a un dissesto sociale ed
economico: risarcimento per tutti i partecipanti, almeno 1500,
più danni rilevati dalla Corte dei Conti)? Che tipo di giustizia
sarebbe mai quella che arriva quasi al rinnovo del contratto,
dopo tre anni?
10) Qual è il ruolo effettivo del Presidente della
Repubblica, in siffatta questione, in quanto garante della
Costituzione (Art. 1 – 3 – 97 - …) e quindi sia degli Atti
Parlamentari, sia di quelli di giustizia?
Non avendo altro mezzo che scrivere,
distinti saluti,
P.C.
Denuncia inviata il 05 gennaio 2010