Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia è su Twitterrss qds
Quotidiano di Sicilia
Il QdS sul tuo smartphone
Scegli la tua app

Le vostre denunce

Autore:Co.V.I.C.B1
Email:comitatocovicb1@yahoo.it 
Categoria:Lavoro
Destinatario:quotidiano di sicilia
Oggetto:concorso 50 B1 Inps 

Spett. Componenti della Redazione

Siamo 319 persone tra vincitori ed idonei del concorso 50 posti B1 Inps
bandito nel 2007, le prove sono terminate ad Aprile del 2010, la
graduatoria è stato pubblicata il 15 Giugno 2010.
Il nostro problema è questo.
L'art 97 della Costituzione è chiaro in proposito. Si accede al pubblico
impiego tramite concorso pubblico.
Nonostante questo l'ente ricorre ugualmente allo strumento della
somministrazione lavoro per ricoprire esattamente le mansioni del B1
(quelle che spetterebbero a noi di diritto) tramite contratti che allego alla
presente mail.
Sono comunque presenti sul sito dell'inps, questo è il link
http://www.inps.it/newportal/default.aspx?sID=%3b0%3b5259%
3b5260%3b5556%3b5580%3b5582%
3b&lastMenu=5582&iMenu=1&iNodo=5582&p4=2 (il terzo contratto, 24
marzo 2010. l'altro contratto è in basso nella stessa pagina data 25
giugno 2009).

Il primo contratto è stato siglato l'anno scorso e riguardava 750 interinali
per ricoprire il ruolo del B1 (per 3 mesi), il secondo è stato sottoscritto
nel Marzo 2010 e riguardava ben 900 interinali sempre per il ruolo B1
(per 12 mesi).
Tali lavoratori, amministrativamente parlando, non risultano nellÂ’organico
dellÂ’ Inps. LÂ’ente non li ha assunti.
Si tratterebbe quindi di lavoratori "invisibili" che ricoprono le mansioni
che spettano a noi e che senza aver superato alcun concorso sono
legittimati a lavorare all'inps per un certo tot. di mesi rinnovabili di anno in
anno, non si sa fino a quando.
Ovviamente l’ente non li stabilizzerà mai, ma di fronte a dei continui
rinnovi contrattuali di breve ( o medio-lunga) scadenza, noi francamente
abbiamo la sensazione di trovarci di fronte ad una sorta di
stabilizzazione in via del tutto ufficiosa.
Se la legge 102/2009 (decreto anticrisi) all'art. 7 parla di un blocco
assunzioni ( i sindacati ci confermano che l'inps rientra tra gli enti
sottoposti a questa misura) che riguarda non sono i lavoratori a tempo
indeterminato ma anche quelli a tempo determinato, allora perchè l'Inps
assume lavoratori a tempo determinato, quando inoltre ha a disposizione
una graduatoria di 319 concorsisti B1?
Sappiamo che l'idoneo di un concorso non vanta un diritto soggettivo
ma solo un interesse legittimo; in confronto ad un interinale l'idoneo
comunque ha pieno diritto di accedere al posto di lavoro nella PA, in
quanto gode di una posizione giuridica legittimante dovuta dal fatto di
aver superato una regolare procedura concorsuale.
Ciò è pienamente supportato dalle sentenze 8743/2009 del TAR Lazio e
3252/2003 della Corte Di Cassazione “sussiste un vero e proprio diritto
soggettivo allÂ’assunzione nel caso in cui lÂ’Amministrazione ha deciso di
coprire il posto vacante con reclutamente allÂ’esterno in presenza di una
graduatoria ancora valida.”
Per cui noi siamo convinti che l'irregolarità rimarrebbe anche nel caso in
cui solo i 50 vincitori B1 venissero assunti, continuando
contemporaneamente a servirsi di lavoratori interinali con mansioni
specifiche da B1.
Ciò riduce drammaticamente le possibilità di assunzione dei 269 idonei
di tale concorso.
La Corte Costituzionale ha condannato in varie occasioni (sentenze n.
274, 363,81,205) il ricorso della Pa a contratti interinali ingiustamente
preferiti allo strumento principale di assunzione nel pubblico impiego che
rimane sempre e comunque il regolare concorso pubblico. Inoltre la
Corte specifica che solo per straordinarie esigenze si potrebbe
ricorrere a tale strumento interinale, solo per ricoprire mansioni
riconducibili alla mera acquisizione dati e per funzioni non acquisibili
allÂ’esterno (quali erano nel caso dellÂ’Inps queste straordinarie esigenze?
Perchè a giudizio dell’Inps tali funzioni non potevano essere acquisibili
allÂ’esterno con lÂ’usuale strumento del concorso pubblico? Inoltre, siamo
assolutamente certi che i lavoratori interinali allÂ’Inps vengono utilizzati
per mansioni dirette allÂ’utenza e per mansioni superiori alla loro qualifica,
quest’ultimo dato ci è stato confermato anche dagli stessi vertici Inps e
da una denuncia dei sindacati RdB, in allegato).
Occorre inoltre considerare che con la delibera n 4, 30/2/2010, lo
stesso Consiglio di Indirizzo e Vigilanza Inps conferma la carenza
strutturale di organico, cito testualmente:
“L’Istituto, nell’arco di 15 anni, ha subito un progressivo
ridimensionamento in base al quale la consistenza del personale è
passata da 45.000 dipendenti a poco più di 27.000.”
“La mancanza di un reale turnover, in tutte le Pubbliche amministrazioni,
ha comportato un consistente ridimensionamento del personale con la
conseguenza generalizzata di un
innalzamento dell’età media in tutti i settori del pubblico impiego”

Considerato inoltre che la retribuzione media di un impiegato B1 Inps con
fisso + variabile è di 30,036 euro l’anno (dato visionabile nella relazione
Corte dei Conti sulla gestione Inps 2008) comprensiva di contributi
previdenziali,assistenziali etc, moltiplicando questa cifra per il numero
dei concorsisti della graduatoria (319) lÂ’ente verrebbe a spendere
annualmente 9 milioni 581.662,64 euro per avere nel proprio organico
319 B1 a tempo pieno. Un costo enormemente inferiore al costo
sostenuto dallÂ’ente per sottoscrivere il contratto di somministrazione
lavoro per 900 interinali part time (24 milioni di euro).
La mole e la quantità di lavoro eseguita da 319 B1 a tempo pieno è
ragionevolmente paragonabile a quella eseguita da 900 impiegati part
time.

Arduo quindi comprendere perchè mai l’ente continui a servirsi dello
strumento interinale nonostante l’evidente disparità di costi.
Ancora più arduo sentirsi dire dai vertici Inps che gli interinali sono
raccomandati da Confindustria, senza giri di parole, chiaramente.
Dopo avergli fatto notare che gli interinali inoltre costano di più di noi,
hanno affermato che in ogni caso essi mettono tutti i vertici daccordo,
noi concorsisti B1 no.
Ci hanno infine consigliato di non fare la guerra tra poveri e di ricorrere
ad un appoggio politico per presentare delle interrogazioni parlamentari.
Alla domanda su un eventuale scorrimento della graduatoria ci è stato
risposto che tale quesito non può avere risposta dato che queste
decisioni dipendono dalla manovra finanziaria del Governo.
A seguito di tale incontro abbiamo quindi fondati timori che l'Inps
sottoscriva un altro contratto di somministrazione lavoro (molto
probabilmente sempre con la stessa agenzia che ha vinto nelle altre due
occasioni precedenti).

RingraziandoVi anticipatamente Vi porgiamo i nostri più distinti saluti.

Co.V.I.C.B1
Comitato Vincitori ed Idonei Concorso B1 Inps
Denuncia inviata il 07 agosto 2010