Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia � su Twitterrss qds

Quotidiano di Sicilia

Le vostre denunce

Autore:Aldo Mucci
Email:aldomucci@alice.it 
Categoria:Pubblica amministrazione
Destinatario:Sindaco di Agrigento
Oggetto:L'acqua che non c'è 

Agrigento è la città italiana dove l’acqua costa di più, dove
lÂ’acqua giunge nella case sporca e con turni settimanali.( Dati Blue
Book)
1) AGRIGENTO standard : con 200 mila litri di acqua 200 spesa annua di
440 2) Arezzo (410)
3) Pesaro e Urbino (409 euro).
4) Milano (103 euro lÂ’anno).
5) Treviso e Isernia, rispettivamente con 108 e 109.

Ma ad Agrigento l'acqua non c'è, ma a pochi chilometri di distanza sì.
Che l'acqua ci fosse era cosa nota da decenni (la Montedison fece i
primi rilevamenti), ma a nessuno è parso opportuno approfondire. Ha
approfondito invece, e bene, la Nestlè che infatti ha chiesto lo
sfruttamento di questo bene introvabile laggiù. Ha approfondito così
bene che i pochi comuni che si dissetano autonomamente nell'area del
tesoro, rischieranno di finire anch'essi assetati. Per fortuna
soccorre la politica commerciale della multinazionale: nell'isola, a
differenza del resto d'Italia, il prezzo sarà calmierato. Solo
trentatrè centesimi la bottiglia. Un affare
Denuncia inviata il 03 settembre 2010