Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia � su Twitterrss qds

Quotidiano di Sicilia

Le vostre denunce

Autore:Franco Latino
Email:francolatino@hotmail.it 
Categoria:Pubblica amministrazione
Destinatario:TUTTI
Oggetto:DENUNCIA 



OGGETTO: FRANCO LATINO - ASS.AMM.VO CON CONTRATTO
CO.CO.CO.

Mi chiamo Franco Latino 42 anni e sono collocato da 14 anni presso il
Liceo Scientifico di Rosolini (1° Istituto Superiore ” Archimede”) prima
come L.S.U. per 20 ore settimanali (dal 01.03.96 al 30.06.2001), poi con
contratto Co. Co. Co. per 36 ore settimanali (dal 01.07.01 a tutt’oggi) ma
sempre in qualità di assistente amministrativo.
Con la presente vorrei lamentare il fatto che, pur lavorando allo stesso
modo di quelli di ruolo, pur ricomprendo aree di responsabilità, ecc… il
servizio prestato NON VIENE IN ALCUN MODO RICONOSCIUTO. Una
cosa del genere è inaccettabile. Decreti salva-precari, progetti per
assistenti amministrativi che stanno a casa acquisendo assegni e
punteggio. Con tutto il rispetto per questi lavoratori è inaudito che si
facciano cose del genere. Ma il Governo cosa fa?. Cosa guarda? Ma
posso accettare tale situazione? Io che sono inserito anche nella
graduatoria ATA di prima fascia non potrò mai sistemarmi. Un padre di
famiglia deve per forza legarsi al palo o fare azioni eclatanti a proprio
danno per essere ascoltato? Deve umiliarsi, ma fino a che punto? Fino a
che punto devo vedermi costretto a “LECCARE” o servire qualcuno di
importante per avere la dignità che ci spetta?
Continuare a lavorare come Co Co Co mi sta bene;
Continuare ad essere considerati di serie C mi sta bene;
Non poter avere diritto a nessun prestito a causa della tipologia di questi
contratti potrebbe anche starmi bene;
Ma un lavoratore che ha lavorato un mese nella scuola come ATA mi
scavalca con un punteggio di 0.50 O ADDIRITTURA CON 0.10 dopo che
faccio lo stesso lavoro da decenni senza alcun punteggio?E’ A DIR
POCO VOMITEVOLE.
Certo gli scioperi e le manifestazioni fatte da noi non sconvolgono
nessuno tantomeno le alte sfere,
MA QUESTI “GRANDI PERSONAGGI” CHE COMANDANO AL MINISTERO
E NEI VARI UFFICI SCOLASTICI REGIONALI E PROVINCIALI STANNO
PROPRIO ROVINARCI LA VITA.
EVVIVA IL BERLUSCONI
EVVIVA IL BRUNETTA
EVVIVA LA GELMINI
EVVIVA TUTTI QUELLI CHE PERMETTIAMO QUESTA SITUAZIONE.
Denuncia inviata il 17 settembre 2010