Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia è su Twitterrss qds
Quotidiano di Sicilia
Il QdS sul tuo smartphone
Scegli la tua app

Le vostre denunce

Autore:Rosa Rita La Marca
Email:rita.lamarca@libero.it 
Categoria:Previdenza
Destinatario:Amministratori
Oggetto:Tagli ai poverissimi. Ipocrisia dei malgoverni  

La nobiltà risiede nel sacrificare se agli altri. L'aristocrazia spirituale è
questa..

Quanti travisano il termine, o vantano ancora natali illustri e poi sono
batteri saprofagi tacciano.

Avere 260 euro di pensione e ricevere la detrazione di venti euro
dalla stessa. Questa è l'italia agli italiani ( che accoglie e dona
pensioni a immigrati)! Sopravvivere nelle città morte, nel lordume e
nel degrado urbano.

Venire multati sull'autobus,che è in perenne ritardo anche in zone a
rischio delinquenza e di notte specialmente, perchè il sindaco ha
tolto l'abbonamento gratuito agli invalidi. I soldi per mangiare, per
vestirsi decentemente, per le medicine e per ingrassare le sacche
del Comune..superaro le possibilità di spesa di una persona con
disagi simii. Se scovati dai puntigliosi controllori di turno... i poveri a
palermo sono trattati come criminali. Da chi? Chi è il vero criminale?
Chi controlla i controllori?

Questo è un esempio della palermo dei palermitani senza voce. La
signora in questione, che mi ha lasciato tanto amaro in bocca e alla
quale dedico queste poche risibili parole alla rinfusa, è malata
palesemente e versa in stato di gravissima indigenza. Non pareva
dedita a ruberie, a viscidi compromessi. Una persona che aspetta un
governo PER IL POPOLO. Non poteva nemmeno ricevere in
donazione la casa dalla madre... perchè poi non avrebbe potuto
sostenerne le spese minime di mantenimento: luce, gas, tassa sui
rifiuti, eventuali multe inventate dalla polizia municipale, altre multe
sull'autobus, come si fa a sopravvivere?


Chi gestisce il denaro pubblico?

Non tutti gli uomini sono idonei a compiere lo stesso percorso di vita.
Così come assistiamo in tv ai provini di aspitanti attori e ballerini che
si improvvisano istrionici tuttologi ma non portano alcun messaggio
al cuore dello spettatore, allo stesso modo accade spesso nel
prendere visione di agoni politici. L'arte rinnovava i popoli, oggi li
manipola, ma ancora ne rivela la vita. Questo avviene anche nel
campo dei governi divenuti ormai al tramonto, e quindi creatori di
tante lunghe ombre. Governare non è un diritto. Governare è un
peso, un dovere che dovrebbe far tremare, che dovrebbe far dire no
non posso, non son degno. Bisogna creare dei mezzi selettivi che
siano diversi dal semplice "essere incensurati" . Bisognerebbe avere
qualità innate e una educazione totale per essere Uomini Superiori al
popolo, per essere per il popolo.

Ecco perchè per prendere distanze dall'ipocrita beffa della "socialità"
della politica "nel popolo", ho inventato la mia destra inesistente. La
Destra Asociale. La Sinistra chic snob e dandy c'era. l'hanno già
sperimentata.
Denuncia inviata il 06 agosto 2011