Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia è su Twitterrss qds
Quotidiano di Sicilia
Il QdS sul tuo smartphone
Scegli la tua app

Le vostre denunce

Autore:Gabriella Amico
Email:a.gabi@libero.it 
Categoria:Previdenza
Destinatario:Regione Sicilia
Oggetto:i giochetti sporchi dell'INPS con i veri invalidi 

Nel 2009 sono stata operata di un tumore al seno di circa 2,5 cm con
svuotamento dell'ascella e ricostruzione dei seni. Vengo sottoposta a
chemio rossa e poi leggera per 6 mesi.
Mi riconoscono l'invalidità del 100% per tre anni ma nessun diritto
all'accompagnamento.
La mia invalidità sarebbe scaduta il 12/ ‘12 ma vengo chiamata a
visita il 9/09/ ‘12.
Mi viene riconosciuta l'invalidità dell'80% perché non posso sollevare
pesi , perché non possa fare affaticarmi e perché soffro di attacchi di
panico.
A Febbraio mi arriva la richiesta dell'INPS di restituire 1016 euro e
capisco che sono i soldi da settembre a dicembre perché il rinnovo
dell'invalidità non era partito da fine di quello precedente (ossia da
gennaio) ma dal giorno della visita fatta a settembre.
Mi rivolgo al mio commercialista e mi assicura che non devo pagare
e che ci pensa lui tramite Caf e mi fa firmare una delega.
Nel frattempo non mi viene rinnovato il contratto come educatrice
part-time con la motivazione che visto i miei problemi fisici .La mia
situazione emotiva si aggrava ulteriormente ,Tanto che per lo stress
mi si forma del liquido negli occhi poi per fortuna riassorbitosi ma la
dottoressa mi prescrive calma assoluta perché se si dovesse
riformare nuovamente rischierei il distacco delle retina.
Così decido di farmi seguire da una psicologa. Intanto non mi
arrivano i soldi e scopro che il mio commercialista non ha fatto
ricorso e che l'INPS mi ha sospeso la pensione.
Per puro caso una mia amica mi indirizza ad un Caf che risolve il
problema ma siccome l'INPS mi ha chiesto i soldi indietro dopo 5
mesi io non posso fare ricorso perché dovevo farlo entro 3 mesi.
A Gennaio 2014 mi arriva una lettera dell'INPS che mi devono dare
gli arretrati di un anno di pensione di invalidità non retribuita
ma...invece di arrivarmi gli arretrati mi arriva una lettera di
convocazione a visita per il 7 maggio quando la mia invalidità scade i
primi di agosto 2014.
Insomma stanno rifacendo lo stesso giochetto di prima solo che
questa volta per l'INPS io sono guarita!!!!
Continuo a non poter sollevare pesi, a non poter affaticarmi perché
mi viene lÂ’affanno ad avere attacchi d'ansia ma per loro sono
perfettamente sana!!!!
Oggi mi è arrivata la lettera dove mi si dice che dovrò restituire i soldi
che mi daranno a giugno e luglio.
Intanto i 4.000 euro che mi devono non mi sono arrivatiÂ….e rischio di
non vederli nemmeno se non do immediatamente quelli che devo.
Fare un’operazione di compensazione ahimè sembra una cosa
troppo intelligente per lÂ’INPSÂ…
In tutto questo non ho detto che sono laureata in archeologia
medievale a La Sapienza di Roma con 105/110, ho un master
biennale in restauro architettonico, un corso di formazione biennale
in restauro pittorico ma siccome ho 42 anni non trovo nessun tipo di
lavoro ma solo gente disponibile ad aiutarmi se do “qualcosa” in
cambio.
Insomma per l'INPS sono in grado di lavorare per il mondo del lavoro
no!!!!!
Naturalmente qualora voleste contattarmi per raccontare la mia
storia posso fornirvi tutta la documentazione che attesta la veridicità
di quando vi ho scritto.



Denuncia inviata il 13 giugno 2014