Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia è su Twitterrss qds
Quotidiano di Sicilia
Il QdS sul tuo smartphone
Scegli la tua app

Le vostre denunce

Autore:Alfonso Bellicoso
Email:alfonso.bellicoso@medgraphics.it 
Categoria:Traffico
Destinatario:Comune di Taormina
Oggetto:segnalazione comportamento non corretto 

Spett.le ente,
mi trovo in una situazione molto spiacevole, in quanto ho ragione, ho testimoni, ma mi è stato sconsigliato di fare ricorso in quanto l'importo della multa è così basso che non vale il costo delle spese per il ricorso presso il giudice di pace.

Riassumo qua sotto la mia breve "odissea": ero a Taormina per un congresso e ho parcheggiato in una piazza a pagamento, esponendo regolarmente il tagliandino del parcheggio. Quando vado a ritirare la macchina vedo un verbale di contravvenzione esposto e mi rivolgo alla pattuglia dei vigili che era nei paraggi per dire "scusi, ho il tagliandino esposto, perché mi avete messo la multa?". Apro la macchina, prendo il tagliandino e lo faccio vedere ai vigili. Alla mia domanda "ma come è possibile compiere errori così" i vigili si sono impuntati e utilizzando il loro potere da pubblico ufficiale hanno detto "io la multa non la annullo... faccia ricorso al giudice di pace e poi vediamo".
Vado subito dai carabinieri (peraltro di fianco alla caserma dei vigili) i quali mi dicono che praticamente se lui ha accertato l'infrazione non possono intervenire e o faccio querela o aspetto la notifica del verbale e poi decido. ASSURDO!

Rientro a casa a Francavilla al Mare e parlo con il mio avvocato, il quale mi sconsiglia la querela poiché non essendoci stato nessun maltrattamento o altre cose considerate "gravi" la querela sarebbe morta e comunque anche in caso di controllo, nessuno avrebbe "punito" il comportamento e lo sbaglio.
E' arrivata la notifica del verbale in questi giorni e ora l'avvocato mi sconsiglia di fare ricorso al giudice di pace in quanto, poiché la pratica è tra un privato e un comune, anche se vincessi il ricorso, sicuramente dovrei sostenere le spese per il ricorso (quieto accordo tra il giudice di pace e il Comune).
Il problema è che la macchina è dell'azienda (io sono il conducente), se l'azienda presentasse ricorso il mio datore di lavoro dovrebbe presentarsi a Messina davanti al Giudice di pace (l'azienda è di Milano) è questo significherebbe spendere soldi per andare di persona e non varrebbe mai l'importo della multa di Euro 44,00.
A tutto questo ho testimoni che hanno assistito a tutta la vicenda (erano presenti con me al congresso), ho il tagliandino originale esposto con una foto anche di un giornale datato quel giorno) ma non mi è concesso fare ricorso e far valere i miei diritti da cittadino, che non ha compiuto nessuna infrazione, perché sono una persona comune, troppo piccola per far valere i miei diritti nei confronti di un Comune.
E' una vergogna, sono costretto a pagare perché la macchina è aziendale e non posso fare sostenere spese inutili all'azienda stessa, ed è assurdo, davvero assurdo, che il ricorso debba essere fatto a Messina, con sostenimento spese, quando HO CHIARAMENTE E IN TUTTO E PER TUTTO RAGIONE E SONO DALLA PARTE DEL GIUSTO E DELL'ONESTA'.

Mi piacerebbe tanto che ci fosse una autorità competente a cui raccontare o diffondere una vicenda simile, per dimostrare che anche se le persone piccole e comuni se hanno ragione, davvero ragione, devono far valere i propri diritti, anche davanti alle istituzioni.
Ora mi trovo davvero in una situazione in cui l'azienda pagherà per il quieto vivere e io dovrò pagare per una cosa non commessa, solamente perché tanto so già di perdere la causa... solo le spese da sostenere non valgono l'importo della multa.
Magari, il Comune di Taormina capirà che questa lettera non è ai fini di contestare una multa ma di contestare e segnalare un comportamento errato da parte del vigile urbano che ha fatto la multa, chiaramente in torto e che non lo ha ammesso e ha deciso di arrecare un problema al sottoscritto? in base a?chi lo sa!

Ho chiaramente la possibilità di inviare il tagliandino regolarmente esposto, la notifica del verbale e ricordo che alla scena hanno assistito due testimoni che comunque sono in disponibili a dimostrare il vero.

Grazie mille per l'attenzione
Cordiali Saluti
Alfonso Bellicoso

P.S. La multa la pagherò regolarmente... praticamente è come se il vigile mi avesse fermato con il tagliandino appena emesso regolarmente in mano e mi avesse detto..." ora ti faccio la multa e poi te la fai togliere dal giudice di pace..." tanto valeva non pagare il tagliandino... avrei risparmiato e avrei pagato più volentieri perché sarei stato dalla parte del torto... Va bene la legge non ammette l'ignoranza... ma forse anche... la legge non ammette abusi o soprusi o errori...
Denuncia inviata il 19 giugno 2017