Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia � su Twitterrss qds

Quotidiano di Sicilia

Lettere al QdS
Autore:Gaetano Emanuele
Email:gaetano_emanuele@hotmail.it 
Oggetto:Il potere occulto della massoneria 

Vive in modo oscuro e nascosto, non attira gli sguardi ma detiene il
potere politico – economico, opera in modo invisibile e impone le regole
della società.

La Massoneria, il potere occulto di cui spesso si parla, imperversa nelle
istituzioni occupando le poltrone più ambite.

Il governo tecnocrate è l’ennesimo esempio.

Imponendo il suo totalitarismo fiscale, ha concentrato l’assetto
economico nelle mani della finanza speculativa e nelle classi di potere
nascoste, dettando le regole di un genocidio bianco sul sistema sociale,
che promuove solo i grandi colossi bancari e i classisti autoritari.

Valgono poco gli appelli e le marce silenziose.

Chi disciplina i rapporti etici, trova come unico interesse la distruzione
dei principi di vita collettivi, favorendo l’esoterismo misterioso di chi nel
silenzio assoluto e coprendosi il volto insedia le poltrone del potere,
collocando al loro interno i pupilli di turno.

I potenti avevano bisogno di un cambiamento Italiano, di un rinnovo, che
a quanto pare è stato azzeccato con la caduta del cavaliere oscuro e
l’avvento verticistico capitanato dai tecnici e deciso dall’incisiva
manovra del Gran Capo di Corte.

La nuova scuola di pensiero economico basata sulla macelleria sociale
anti – sviluppo ha dato degli esiti previsti, il meccanismo innescato,
produttore assoluto dello sfaldamento dei principi e dei rapporti che
regolano il benessere della collettività, ha imposto il tacito consenso, a
chi stanco di vivere nell’indifferenza, e senza punti di riferimento, trova
come unico obiettivo il passaggio a una nuova vita o alla condanna
forzata di un’esistenza senza futuro.

Dai governi nazionali alla multinazionale del parlamento europeo, le
lobby massoniche si celano dietro la maschera del perbenismo,
trovando nella BCE l’alleato fedele, che gioca il ruolo della falsa
coesione europeista, mercificando i diritti umani a favore di poche
personalità dedite all’arricchimento della propria organizzazione e
vaneggiando un potere assolutista.
lettera inviata il 08 settembre 2012