Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia � su Twitterrss qds

Quotidiano di Sicilia

Lettere al QdS
Autore:Laura Brogelli
Email:comitatodisabiliuditivi@gmail.com 
Oggetto:strumentalizzazione, forse... non accessibilità, sicuramente! 

Stralcio della lettera invia all'On.le Di Pietro
Apprendiamo con sensibile disappunto che la disabilità uditiva viene
ancora una volta strumentalizzata a scopo elettorale o almeno questa è
stata la nostra impressione durante la visione del video elettorale
del candidato siciliano Pippo Russo dove – tranne per pochissimi
minuti alla fine del video stesso – lo spot elettorale viene gestito
dai signori Giovanni Badagliacca e Salvo Garofalo rispettivamente
assistente alla comunicazione e docente LIS.
Pur rivolgendosi ad un pubblico con disabilità uditiva, l'intero video
non è stato sottotitolato escludendo quindi a priori la stragrande
maggioranza delle PERSONE sorde dalla possibilità di capire la
presentazione in oggetto creando de facto una discriminazione in
pregiudizio delle persone con disabilità uditiva.
On.le Di Pietro, ci preme portare alla sua attenzione un fatto
incontestabile: la stragrande maggioranza delle PERSONE nate o
divenute sorde NON HA ALCUNA CONOSCENZA della LIS e comunque chi si
esprime anche con il linguaggio gestuale (e sicuramente i signori
Badagliacca e Garofalo lo possono confermare) sono persone che
dovrebbero aver appreso la LINGUA ITALIANA e quindi possono leggere e
scrivere.
Ciò predetto, ci dispiace constatare che il video elettorale in
oggetto, dove oltretutto il candidato Pippo Russo si intravede solo
per soli pochi secondi, è un video assolutamente NON accessibile alle
persone sorde e ciò, nonostante che le nuove tecnologie oggi
permettano, A COSTO ZERO, di inserire i sottotitoli in ogni video;
sottotitoli indispensabile per una piccola fascia della popolazione
(le persone sorde) ma che, possono essere un ausilio in grado rendere
la vita più facile a tutti quelli che li vogliono scegliere in
aggiunta alla voce narrante del video. Noi non stiamo chiedendo una
strada diversa ma semplicemente atti di progettazione inclusiva e
universale; pari diritti e pari doveri.
http://comitatonazionalegenitorifamiliaridisabiliuditivi.wordpress.c
lettera inviata il 08 ottobre 2012