Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia � su Twitterrss qds

Quotidiano di Sicilia

Lettere al QdS
Autore:Fabrizio Vinci
Email:vinci@usa.com 
Oggetto:Sicilia, punto e a capo 

La Sicilia sembra incanalata verso un degrado irreversibile: crollano i ponti
autostradali e le strade urbane appaiono sempre più simili a percorsi da rally,
i treni a lunga percorrenza per raggiungerla sono stati cancellati, chiudono
ospedali e scuole, il bilancio regionale in rosso mentre il Governo di Roma
sembra aver accantonato la politica assistenzialista. Il quadro che si
materializza non sembra dei più incoraggianti, tuttavia, la Sicilia possiede
innumerevoli risorse per avviare un importante riscatto economico e
strutturale.

Credo sia arrivato il momento, per i siciliani, di smettere con
l'autocommiserazione e avviare politiche e strategie, con l'obiettivo collettivo
di risanare l'economia e rivalutare tutte le risorse naturali possedute dalla
Regione. Sarà necessario anche un efficace "brainstorming" a carico di tutti
coloro che, in attesa del famigerato "posto fisso", preferiscono vivere alla
giornata, giustificando l'atteggiamento passivo e rinunciatario con quel
comune senso di precarietà; non c'è la volontà di mettersi in gioco.

Forse è davvero giunta l'ora di mettere un punto a tutto quel disfattismo che
caratterizza, da svariati decenni, l'umore dei siciliani. Bisogna ritrovare la
giusta dose di coraggio e determinazione (in sinergia) per pianificare una
sorta di rinascimento delle idee: una nuova mentalità propositiva dovrà
impossessarsi dell'intelletto dei siciliani, abbandonando per sempre quella
passività che vanifica qualunque tentativo di ripartenza culturale e finanziaria
per l'Isola.
lettera inviata il 14 aprile 2015