Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia � su Twitterrss qds

Quotidiano di Sicilia

Lettere al QdS
Autore:Bruno Timpanaro
Email:timpanarob@alice.it 
Oggetto:Manutenzione strade e segnaletica 

La conoscenza e il rispetto delle norme stradali, in particolare della segnaletica orizzontale, non sono certamente le principali virtù degli Italiani e, meno ancora, di noi Siciliani. Ma, se la segnaletica è illeggibile o, peggio ancora, contrastante, allora non resta che aspettare l'incidente.
E negli anni ce ne sono stati diversi, anche gravi (scontri frontali, fortunatamente senza vittime decedute), poiché è da anni che persiste questa situazione di degrado.
Il problema nasce innanzitutto dalla mancata manutenzione delle strade e della rispettiva segnaletica e, nella fattispecie, dalla sovrapposizione di una segnaletica nuova (cioè di "soli" tre anni e mai rinfrescata) ad una precedente e del tutto contrastante.
Mi riferisco alla giungla di strisce bianche e gialle che si accavallano ormai da mesi in via Teseo (zona Lungomare della Scogliera). Questa breve bretella, a metà della quale vi è una pericolosa curva cieca, dopo essere stata chiusa per diversi anni a causa di lavori interminabili ad un ramo del canale di gronda, è
stata riaperta, inizialmente a carreggiata ridotta, con segnaletica gialla e, dopo qualche tempo, aperta in via definitiva tutta la carreggiata con segnaletica bianca, contrastante con la precedente. Il risultato ad oggi è che la copertura di quest'ultima è svanita, lasciando quindi intravvedere la vecchia segnaletica gialla, che convoglia i veicoli esattamente contro quelli che seguono invece la segnaletica bianca (ormai, peraltro, scolorita). Non è insolito pertanto incontrare auto che percorrono la curva completamente fuori mano, convinti di essere sulla corsia giusta, con conseguente gravissimo rischio di incidenti.
Per evitare tutto ciò, basterebbe rifare il manto stradale, che nel frattempo è fortemente deteriorato, ed apporre una segnaletica univoca e chiara.

(N.d.R.: È disponibile una foto chiarificatrice).
lettera inviata il 20 ottobre 2015