Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia � su Twitterrss qds

Quotidiano di Sicilia

Lettere al QdS
Autore:Filippo Signore Fiura
Email:sffilippo@gmail.com 
Oggetto:Trasporto Pubblico Locale 

Segnalo a questa testata un disservizio al fine di sensibilizzare l'opinione pubblica perché ci stiamo organizzando come comitato spontaneo per risolvere in via definitiva il problema del Trasporto Pubblico Locale relativo ai territori di tre Province (Enna, Catania e Messina). C?è bisogno del sostegno di tutti, ma anche delle amministrazioni locali e delle istituzioni perché la situazione è divenuta insostenibile. Come comitato spontaneo intendiamo recarci nelle sedi regionali deputate a chiedere con forza i nostri diritti.

Un vecchio adagio recita: "u lupu pieddi u pilu ma non pieddi u viziu".
Questo è quanto di più appropriato oggi si possa attribuire all'azienda di trasporto pubblico locale ISEA Autoilinee. Nonostante oramai siano tanti gli incontri svolti anche in presenza dei nostri amministratori, i proclami e le promesse, riferite con le sole argomentazioni verbali (che oramai ci si è pure stancati a citare) fatti e atti pubblici che li smentiscono spudoratamente, questi continuano inesorabilmente a mantenere lo stesso comportamento di sempre, avallando così facendo un atteggiamento di disattenzione se non addirittura di menefreghismo verso l"utenza" del servizio. Per chi ancora non lo avesse capito traduco il discorso anche in lingua volgare: "hannu a facci cuomu a catta vitrata, ci puonnu addrumari i foffira". Come la mettiamo con l'ennesimo sciopero ad oltranza che stanno facendo i dipendenti con i quali non si può che essere solidali? Io sono sicuro che non si tratta di CASTRONERIE.
lettera inviata il 11 gennaio 2016