Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia � su Twitterrss qds

Quotidiano di Sicilia

Lettere al QdS
Autore:Mimmo Di Franco
Email:mimmodifranco@alice.it 
Oggetto:depuratore di Augusta 

A metà ottobre dello scorso anno, l'associazione filantropica organizzò un convegno sulla mancata attivazione del depuratore. Si scomodò, per venire ad Augusta, dopo aver ricevuto pressioni da più parti, l'assessore regionale all'Energia, acque e rifiuti nonché commissario di governo per la depurazione in Sicilia, Vania Contrafatto. Nei tre convegni in cui fu invitata l'assessore, dopo aver ripercorso le varie tappe in cui l'iter sul depuratore si era arenato, fece una programmazione calenderizzando i vari passaggi.

Considerato che ci sono le risorse per 32 milioni circa, opera finanziata con i soldi del CIPE ma ancora ben conservati, ci si chiede quali sono gli ostacoli oltre alla solita burocrazia che bloccano tale opera primaria per Augusta ed i suoi cittadini. In quel convegno, ci riferì che sarebbero stati richiesti altri 17 milioni per il completamento dell'opera. È stato fatto questo ulteriore passaggio?

Leggendo sul sito del Ufficio del commissario straordinario per la realizzazione degli interventi sulla depurazione, si notano progressi nelle altre città in cui sono in corso le opere di depurazione, vedi Mazzara del Vallo, Palermo, Misterbianco ecc. Perché Augusta non ha le stesse attenzioni dalla Regione, considerato che ci troviamo in una zona industriale?

Il Commissario Contrafatto promise che entro novembre 2016 ci sarebbe stato l'affidamento delle attività per i rilievi topografici, video ispezioni, indagini geognostiche e strutturali propedeutiche alla progettazione degli interventi. Entro giugno 2017 sarebbe avvenuto l'appalto per l'inizio dei lavori per la consegna nel 2019.

Siamo a maggio 2017 ed essendo stati bocciati i precedenti progetti bisogna ripartire da zero. I tempi si allungano anche perché a fine di marzo è stato nominato il nuovo commissario nazionale unico che concentra a sé tutti i progetti e le contabilità di tutti i commissari regionali.
A due anni dal commissariamento in Sicilia non si è fatto un passo avanti.
lettera inviata il 03 maggio 2017