Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia è su Twitterrss qds
Quotidiano di Sicilia
Il QdS sul tuo smartphone
Scegli la tua app
Lettere al QdS
Autore:Giuseppe (Pino) Verbari
Email:giuseppeverbari@libero.it 
Oggetto:A proposito di "garanzia giovani" 

A cura di Michele Giuliano, leggo:
"Le regioni del Nord fanno numeri mostruosi superando anche il muro di un'assunzione ogni tre iscritti. In Italia hanno trovato lavoro in media 25 giovani su 100".
La media, secondo il mio modesto parere, deve essere considerata, per modo di dire, con "beneficio d'inventario", visto che, al Sud, chi dei nostri imprenditori si è attivato, ha visto giusto soltanto attingere ai fondi.
Ciò ha generato un mezzo fallimento per il semplice fatto che nella catena sono stati immessi giovani incompetenti che non avevano mai operato nel settore e l'unico requisito era l'età.
Al Nord le cose sono completamente diverse perché le possibilità di lavoro si sviluppano tra i giovani che in età giovanile, come i 18 anni, hanno avuto la possibilità di essere immessi nell'attività produttiva e, di conseguenza, hanno raggiunto una certa maturità lavorativa prima dei 29.
Per sentito dire, un fallimento, si registrato nell'attività commerciale visto che il rapporto col cliente è intriso di performance frutto di logica esperienziale.
Gli imprenditori del settore hanno accusato il colpo e ne pagheranno le conseguenze come la perdita della clientela e contrazione dei consumi
Al Sud esiste solo la cultura del non lavoro e l'arte di arrangiarsi.
lettera inviata il 17 luglio 2017