Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia � su Twitterrss qds

Quotidiano di Sicilia

Lettere al QdS
Autore:Fabrizio Vinci
Email:vinci@usa.com 
Oggetto:Berlusconi non molla, ma è indifendibile 

Il Premier non sembra intenzionato a lasciare palazzo Chigi. La
proposta di Gianfranco Fini ovvero l'ipotesi di doppie dimissioni è
stata respinta e rispedita al mittente. Silvio Berlusconi non molla,
ed ormai palese come egli sia determinato a continuare la legislatura,
nonostante non ci siano più le condizioni per governare il Paese.
Anche il monito del presidente della Repubblica Giorgio Napolitano,
che valutava lÂ’idea di scioglimento anticipato delle Camere (visto il
clima avvelenato), cadeva nel vuoto e otteneva in contropartita un
attacco mediatico da parte della stampa filo-berlusconiana.

Una importante risposta di insofferenza è arrivata dalla piazza: un
milione di donne italiane ha voluto esprimere il proprio disagio per
l'atteggiamento immorale e sessista del nostro presidente del
Consiglio. La ministra Gelmini, forse spiazzata dalla imponente
adesione alla manifestazione, ha definito "radical-chic", le donne che
orgogliosamente hanno preso le distanze dal berlusconismo.

In una situazione politica che vede il Premier ormai "accerchiato",
Giuliano Ferrara prova ad impersonare i panni dell'avvocato del
diavolo, definendo illiberali e puritane le accuse rivolte al
Cavaliere. Dal suo punto di vista un Capo sarebbe libero di tenere
qualunque tipo di condotta morale. In sostanza non dovremmo
scandalizzarci se il Premier la sera prima partecipa ad un party
"bunga bunga" e magari il giorno dopo presiede una conferenza sulla
Famiglia. Credo sia evidente che qualunque ulteriore tentativo di
difesa ad oltranza rischi di diventare paradossale.
lettera inviata il 14 febbraio 2011