Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia � su Twitterrss qds

Quotidiano di Sicilia

Fondazione Etica & Valori Marilù Tregua

MUSEO AUTO E MOTO STORICHE

Caratteristiche tecniche +
Museo Auto Storiche
Museo Auto Storiche

Citroën Charleston 2 CV

La Citroën Charleston 2 CV "deux chevaux", letteralmente "due cavalli", è un'utilitaria prodotta dall'industria francese Citroën dal 1948 al 1990.
Dopo la scomparsa del fondatore André Citroën (1935) e l' acquisizione da parte della Michelin, il direttore Pierre-Jules Boulanger affidò al team di ingegneri di André Lefèbvre, la progettazione della T.P.V. "Très Petite Voiture".
Le disposizioni di Boulanger sono rivoluzionarie. La nuova vettura, di concezione particolarmente economica, dovrà essere in grado di trasportare "quattro passeggeri ed un sacco di patate a 60 chilometri all'ora con un consumo di tre litri per cento chilometri". Le sospensioni dovranno permettere l'attraversamento di un campo arato con un paniere di uova senza romperle e la vettura dovrà essere concepita in modo semplice per permettere ai contadini di utilizzarla. Boulanger pretese inoltre che fosse possibile entrare a bordo con il cappello in testa.
La direzione del progetto venne affidata a Fabio Bertoni per la parte estetica ed a André Lefèbvre per quella meccanica.
La presentazione della 2 Cavalli al Salone di Parigi nell'ottobre 1939 dovrà essere annullata a causa della dichiarazione di guerra - durante la quale Boulanger fece "sparire" i prototipi demolendoli e nascondendone alcuni in un'azienda agricola - e il suo debutto dovrà attendere il 7 ottobre 1948.