Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia è su Twitterrss qds
Quotidiano di Sicilia
Il QdS sul tuo smartphone
Scegli la tua app

Turismo, treni storici per ammirare la Sicilia

PALERMO - Parte la nuova stagione dei “Binari della cultura in Sicilia”: treni storici che percorrono vecchie tratte ferroviare. L’iniziativa è promossa dall’assessorato regionale al Turismo, in collaborazione con la Fondazione Ferrovie dello Stato e Trenitalia. Il programma prevede diciotto treni d’epoca speciali su tre importanti direttrici culturali dell’Isola: Valle dei Templi, Barocco del Val di Noto e Taormina. Domenica 3 luglio è organizzato il primo viaggio: “Il Treno dei Templi” da Agrigento a Porto Empedocle. A bordo delle automotrici del 1970 ALn668.1600 i turisti potranno godere di un viaggio volutamente lento per apprezzare i suggestivi paesaggi attraversati, visitare il Parco Archeologico della Valle dei Tempi Patrimonio Unesco, gratuitamente in concomitanza della prima domenica del mese, il Giardino della Kolymbetra, con un biglietto di ingresso speciale riservato ai viaggiatori del treno storico.
Chi invece preferirà il mare all’area archeologica, potrà raggiungere Porto Empedocle e quindi la Scala dei Turchi. L’iniziativa sarà ripetuta tutte le prime domeniche dei mesi di agosto e settembre, e ogni sabato di luglio e agosto. Sui tre treni storici “Il treno del Barocco”, “Il treno dei Templi” e “Il treno Del Mito” i turisti avranno la possibilità di percorrere, itinerari suggestivi dell’isola, da Siracusa a Donnafugata, Comiso, Scicli e Ragusa, Noto e Modica. E ancora da Agrigento a Porto Empedocle e da Catania a Taormina, dove i treni resteranno attivi fino all’una di notte, in concomitanza con l’iniziativa “Anfiteatro Sicilia”, promossa sempre dall’assessorato al Turismo.
02 luglio 2016
News
Sicilia 24 ore
Dall'Italia
Il mondo con un click

Ambiente
Cronaca
Cultura
Economia
Giustizia
Lavoro
Politica
Sanità
Sindacati
Società
Sport
Trasporti
Turismo
Università