Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia � su Twitterrss qds

Quotidiano di Sicilia

Il sommerso nel turismo altera i dati dell'affluenza dei visitatori

PALERMO - Tre presenze su quattro in Sicilia non vengono registrate. Per la prima volta, la Regione ha fatto uno studio sulle reali presenze confrontando i dati di residenti, pernottamenti segnalati dalle strutture ricettive, dati sui rifiuti e sui consumi. Studio che si è concentrato in particolare sulle isole minori, Egadi, Pelagie ed Eolie, come si legge nel dossier pubblicato qualche giorno fa su Repubblica Palermo.
Per Saverio Panzica, ex dirigente regionale appena andato in pensione che ha coordinato il lavoro, ciò significa “per prima cosa che il sistema di rilevamento dei dati non funziona dal 2007: dopo il varo di una legge finanziaria nazionale, è stata eliminata la sanzione amministrativa per le strutture che non consegnano i dati all’Osservatorio e all’Istat. E questo ha disincentivato una raccolta puntuale dei dati ufficiali. Ma chiaramente c’è anche dell’altro: un diffuso nero delle case vacanza e di altre strutture turistiche che sfuggono ai controlli non solo statistici ma anche sull’evasione fiscale”.
24 agosto 2016
News
Sicilia 24 ore
Dall'Italia
Il mondo con un click

Ambiente
Cronaca
Cultura
Economia
Giustizia
Lavoro
Politica
Sanità
Sindacati
Società
Sport
Trasporti
Turismo
Università