Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia � su Twitterrss qds
Quotidiano di Sicilia

Oasi del Simeto, oggi sarà liberato un'esemplare di "caretta caretta"

CATANIA - Una giovane esemplare di tartaruga marina “caretta caretta”, sarà rimessa in libertà nei pressi della foce del fiume Simeto all’interno dell’omonima Riserva naturale oggi alle 12. La tartaruga, alla quale è stato imposto il nome “Serena”, era stata recuperata dai volontari Wwf Sicilia nord-orientale nel litorale catanese in gravi condizioni di salute per aver ingerito un amo da palangaro con tutta la lenza. Trasportata tempestivamente al Centro recupero Wwf di Lampedusa è stata sottoposta ad intervento chirurgico e alle cure del caso. All’evento saranno presenti diverse autorità, scolaresche, volontari e cittadini amanti della bicicletta, della natura e del paesaggio.
Grazie alla proficua  collaborazione tra la Città metropolitana di Catania, gestore della riserva naturale “Oasi del Simeto”, e il  Wwf Sicilia nord-orientale nel progetto “Tartarughe Wwf Italia”, negli ultimi due anni, si è potuta conclamare lungo la spiaggia dell’area protetta la presenza di nidificazione e nascita delle tartarughe più comuni nel Mediterraneo che comunque rimangono a rischio estinzione a causa dell’inquinamento, della pesca sempre più insostenibile e dall’eccessiva antropizzazione dei litorali. Il programma prevede alle ore 9.30 l’accoglienza al gazebo del Wwf; alle 10.15 visita guidata “Alla scoperta dell’Oasi del Simeto” curata dai volontari del Wwf con l’assistenza  del personale del servizio di sorveglianza  della riserva naturale; alle ore 11.30 l’attività di sensibilizzazione sulle tartarughe marine e Progetto tartarughe Wwf Italia.
15 ottobre 2016
News
Sicilia 24 ore
Dall'Italia
Il mondo con un click

Ambiente
Cronaca
Cultura
Economia
Giustizia
Lavoro
Politica
Sanità
Sindacati
Società
Sport
Trasporti
Turismo
Università