Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia � su Twitterrss qds

Quotidiano di Sicilia

Anello ferroviario di Palermo, lavoratori in sciopero

PALERMO - Tutto il cantiere dell’anello ferroviario di Palermo si ferma oggi a sostegno della vertenza Tecnis. I lavoratori palermitani sono partiti ieri pomeriggio in treno per partecipare allo sciopero nazionale di 8 ore indetto da Fillea Cgil, Filca Cisl e Feneal Uil.
La protesta prevede un sit-in a Roma di fronte alla sede del ministero dello Sviluppo economico per sensibilizzare le istituzioni.
Da Palermo all’iniziativa di protesta hanno aderito tutti al completo, in 30, tra operai e impiegati.
La società catanese, che ha 500 dipendenti, rischia di chiudere i battenti, nonostante vanti crediti per 40 milioni da varie Amministrazioni, tra le quali il Comune di Roma, l’Anas, l’Autorità portuale di Genova e Rfi/Comune di Palermo.
L’agitazione sarà di otto ore e riguarderà tutti i dipendenti delle aziende del gruppo e delle consortili.
Il presidio, invece, si terrà in via Molise, a Roma, dalle 10 alle 14.
Sempre ieri mattina, inoltre, si è svolto, sotto la sede dell’Inps, in via Laurana, un sit-in, organizzato dalla Fillea Cgil Palermo, dei lavoratori cassintegrati. Non ricevono, chi da mesi, chi da anni, il sostegno al reddito. In totale, sono 3 mila le pratiche arretrate, ancora non approvate, che riguardano lavoratori (solo) dell’edilizia e dell’industria nella provincia di Palermo. Una cinquantina gli operai edili presenti all’iniziativa.
12 maggio 2017
News
Sicilia 24 ore
Dall'Italia
Il mondo con un click

Ambiente
Cronaca
Cultura
Economia
Giustizia
Lavoro
Politica
Sanità
Sindacati
Società
Sport
Trasporti
Turismo
Università