Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia è su Twitterrss qds
Quotidiano di Sicilia
Il QdS sul tuo smartphone
Scegli la tua app

Anas-Cas, Fit-Cisl: "Votare la fusione"

PALERMO - “La fusione fra Anas e Cas non può essere più  rinviata, la nascita di un soggetto efficiente che possa gestire, mantenere  e progettare una rete autostradale moderna, è urgente. Così facciamo appello  al Parlamento regionale affinché voti senza pregiudizi il testo che ne  sancisce l’istituzione”. Ad affermarlo sono Amedeo Benigno segretario  generale Fit Cisl Sicilia e Domenico Perrone segretario Fit Cisl Ferrovie,  in vista del voto in aula all’Ars di domani. “È necessario  dunque un nuovo soggetto gestore della rete autostradale siciliana che possa  progettare i tratti di interconnessione mancanti e che sappia dotare l’Isola  di servizi efficienti, magari inserendo un pedaggio sociale”.
Intanto cresce la tensione al Cas per via dei continui ritardi nel pagamento  degli stipendi dei 350 lavoratori. In questo quadro, quello di un progetto di Trasporto integrato che colleghi tutta la regione, fondamentali risultano  i servizi ferroviari, ribadisce il sindacato.”Non è più rinviabile la firma  del contratto di servizio tra Trenitalia e Regione , anche perché ci risulta  che dal primo giugno, se ciò non avverrà, i servizi potrebbero essere a  rischio dato che l’Azienda ha annunciato il blocco della circolazione dei  treni nell’Isola, e quindi appare inutile discutere di nuove tratte se non  ci sarà un servizio, il contratto deve essere la priorità”. Il testo,  aggiungono dalla Federazione Trasporti e Ambiente della Cisl, “ deve  prevedere da parte della Regione un corposo piano di investimenti sul  materiale rotabile per un trasporto finalmente adeguato alle esigenze degli  utenti, e un impegno a partire dal 2020 sull’incremento dei corrispettivi finanziando ulteriori chilometri-treno passando dagli attuali 9 milioni e  mezzo a circa 11, (per un finanziamento di 83 milioni di euro dal 2020 al  2026), contenendo così l’aumento delle tariffe” concludono Benigno e  Perrone
17 maggio 2017
News
Sicilia 24 ore
Dall'Italia
Il mondo con un click

Ambiente
Cronaca
Cultura
Economia
Giustizia
Lavoro
Politica
Sanità
Sindacati
Società
Sport
Trasporti
Turismo
Università