Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia � su Twitterrss qds

Quotidiano di Sicilia

Il 10 novembre sciopero generale della scuola

ROMA - I Cobas e Unicobas annunciano per il 10 novembre uno sciopero generale “contro la politica scolastica del governo e lo strapotere dei presidi, fonte di continui soprusi nei confronti di docenti ed ATA”. Ad annunciarlo sono Piero Bernocchi, portavoce nazionale Cobas, e Stefano d'Errico, segretario nazionale Unicobas.
“Durante lo scorso anno scolastico, pur lottando con forza e continuità, non siamo riusciti - spiegano i due sindacalisti, a nome di Cobas e Unicobas - ad impedire che gli otto decreti attuativi della legge 107, varati dal governo Gentiloni per chiudere nella gabbia della "cattiva scuola" docenti, ATA e studenti, venissero approvati dal Parlamento e aggravassero ulteriormente i disastri della legge. A partire dai superpoteri dei presidi - che disgregano il tessuto unitario e collaborativo nelle scuole con soprusi continui nei confronti dei docenti ed ATA che non si piegano alle sciagurate logiche aziendalistiche - al dilagare di una grottesca "Alternanza scuola-lavoro", forma sfacciata di apprendistato gratuito e inutile; dalla centralità data agli assurdi quiz Invalsi al famigerato "bonus" per gli insegnanti più “collaborativi”; dalla chiamata diretta dei docenti da parte dei presidi (in estate naufragata ma già riproposta pervicacemente) alla minaccia della riduzione di un anno di scolarità: tutti gli effetti nefasti della politica scolastica governativa sono oramai squadernati in forma eclatante. Il tutto condito da un aumento esponenziale della conflittualità tra docenti, con una sorta di "aristocrazia docente" che, senza alcun merito, riceve significative integrazioni salariali attraverso "bonus", FIS e altri corrompenti dispositivi, e la maggioranza dei docenti (ed ATA) che nell'ultimo decennio ha perso circa il 20% del salario e deve tirare avanti con stipendi intorno alla metà della media europea". "Per contrastare e invertire tale immiserimento materiale e culturale abbiamo convocato per il 10 novembre lo sciopero generale della scuola”.
04 ottobre 2017
News
Sicilia 24 ore
Dall'Italia
Il mondo con un click

Ambiente
Cronaca
Cultura
Economia
Giustizia
Lavoro
Politica
Sanità
Sindacati
Società
Sport
Trasporti
Turismo
Università