Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia è su Twitterrss qds
Quotidiano di Sicilia
Il QdS sul tuo smartphone
Scegli la tua app

Il deputato democratico Anzaldi: "Tetto agli stipendi introdotto dal Pd"

ROMA - “Il tetto agli stipendi di Camera e Senato è sacrosanto ed è stato introdotto grazie al Partito democratico, dopo la battaglia vinta dal Governo Renzi con l’introduzione del limite da 240mila euro in tutta la pubblica amministrazione. Il Movimento 5 stelle, che oggi strepita tanto, si sveglia tardi: sulla decisione presa a settembre 2014 dall’Ufficio di presidenza della Camera in realtà si astenne. Insomma: oggi difendono una norma che è stata voluta dal Pd e che, fosse stato per loro, non sarebbe mai stata approvata. Come al solito dicono una cosa e ne fanno un’altra”. Lo scrive su facebook il deputato del Partito democratico Michele Anzaldi.
“Ma sono settimane - prosegue Anzaldi - che denunciamo il caso stipendi, nel silenzio dei Cinquestelle: non c’è più il Governo Renzi e tornano i privilegi. Dalla Sicilia della restaurazione di Centrodestra, dove il tetto viene eliminato, fino alle Camere, dove la fine del contributo deciso nel 2014 è stata fatta passare senza soluzioni alternative dai presidenti di due rami del parlamento. Fino al caso Grasso: abbiamo denunciato la singolare scelta del Presidente del Senato di non adeguarsi al tetto da 240 mila, rispettato anche dal Capo dello Stato Mattarella. Su questo il Movimento 5 stelle non ha detto una parola: che ne pensano?”.
03 gennaio 2018
News
Sicilia 24 ore
Dall'Italia
Il mondo con un click

Ambiente
Cronaca
Cultura
Economia
Giustizia
Lavoro
Politica
Sanità
Sindacati
Società
Sport
Trasporti
Turismo
Università