Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia � su Twitterrss qds

Quotidiano di Sicilia

Governo: lunedì i partiti tornano al Quirinale per dire no a Di Maio

Luigi Di Maio adesso dice di temere "Un'ammucchiata contro i Cinquestelle", ma avverte, "Non sarà facile".
 
Intanto, in attesa di lunedì, quando i partiti ripercorranno per l'ennesima volta la salita per il Quirinale, i veti incrociati sembrano convergere proprio sul nome del capo politico del M5s, che aveva detto "O io premier, o si torna a votare".
 
Il leader della Lega Matteo Salvini si è detto disponibile ad un eventuale preincarico per provare a trovare i voti in Parlamento sulla base di un programma.
 
Il Pd, intanto, con la direzione di ieri ha ritrovato l'unità su una mozione del reggente Martina, che accoglie anche le posizioni di Renzi. In serata Rosato sintetizza: "dialogo con i Cinquestelle, ma no a Di Maio premier".
 
Si fa dunque strada l'ipotesi di un governo di tregua o istituzionale, che non piace però a Lega e a Cinquestelle.
 
04 maggio 2018
News
Sicilia 24 ore
Dall'Italia
Il mondo con un click

Ambiente
Cronaca
Cultura
Economia
Giustizia
Lavoro
Politica
Sanità
Sindacati
Società
Sport
Trasporti
Turismo
Università