Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia è su Twitterrss qds
Quotidiano di Sicilia
Il QdS sul tuo smartphone
Scegli la tua app

Scuola: con la bella stagione tornano le circolari contro infradito e bermuda

Con l'ultimo mese di scuola, partono le circolari sul dress code da tenere a lezione, per evitare che gli studenti si lascino andare ad abbigliamento "da spiaggia".
 
Le temperature più alte, le giornate più lunghe, e gli studenti pensano alle vacanze e al mare. Complice, il clima più mite, ecco il ritorno di jeans strappati, pantaloncini, canottiere e infradito tra i ragazzi. Se per molti docenti e presidi l'abbigliamento degli alunni non è così importante, per altri invece diventa invece un elemento decisivo, anche per l'educazione.
 
In alcuni istituti in giro per l'Italia - ricorda Skuola.net - i dirigenti scolastici hanno inviato una circolare alle famiglie ricordando che le alunne e gli alunni devono evitare di andare in classe con pantaloncini, canottiere, bermuda e ogni altro capo di abbigliamento inadeguato al contesto scolastico.
 
A San Marino esiste già da anni un regolamento che richiama gli studenti delle superiori a un abbigliamento decoroso e consono all'ambiente scolastico.
 
In alcuni caso gli studenti, per ribellarsi e schivare queste regole, si sono appellati al diritto alla salute (es. essere troppo coperti quando fa molto caldo può creare problemi) e addirittura alla Dichiarazione universale dei diritti dell'uomo.
 
La situazione non cambia nemmeno all'università: in un corso di Microeconomia a Torino, cita Sckuola.net, è richiesto di vestire con decoro e sobrietà, pena il mancato accesso nelle aule universitarie. A dettare le regole un docente, con tanto di slide proiettate in aula.
 
05 maggio 2018
News
Sicilia 24 ore
Dall'Italia
Il mondo con un click

Ambiente
Cronaca
Cultura
Economia
Giustizia
Lavoro
Politica
Sanità
Sindacati
Società
Sport
Trasporti
Turismo
Università