Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia è su Twitterrss qds
Quotidiano di Sicilia
Il QdS sul tuo smartphone
Scegli la tua app

Ars: approvati articoli ddl collegato, Cracolici, "Un elenco di marchette del governo Musumeci"

In un pomeriggio l'Ars ha approvato l'intero articolato del ddl 'collegato', che contiene alcune delle norme inizialmente stralciate dalla finanziaria. Fra queste l'accorpamento di Ircac e Crias, alcune disposizioni in materia di società partecipate, consorzi universitari, lavoratori forestali, dipendenti degli enti parco, formazione professionale.
 
Dopo l'approvazione dei nove articoli del ddl si è passati all'esame del blocco degli emendamenti aggiuntivi, e sono sorte difficoltà anche dal punto di vista tecnico rispetto al contenuto di alcuni emendamenti.
 
"La maggior parte di questi emendamenti sono incomprensibili", ha detto il presidente dell'Ars Gianfranco Miccichè.
 
Anche gli uffici dell'Ars hanno rilevato, nel corso dei lavori d'aula, alcune incongruenze negli emendamenti aggiuntivi.
 
Dopo le richieste di approfondimento da parte delle opposizioni, alcuni di questi sono stati ritirati dal governo.
 
Intanto una posizione molto critica sul ddl collegato è stata espressa da Antonello Cracolici, parlamentare del gruppo Pd all'Ars, che lo ha definito "un elenco di marchette del governo Musumeci".
 
"Dalla fusione fra Ircac e Crias senza sapere finalità e assetti interni del nuovo ente - ha spiegato Cracolici - al secondo albo per i lavoratori della formazione professionale nonostante diverse sentenze del Tar che vanno nel senso opposto, fino alle norme che consentono il comando del personale dagli Enti Parco al Corpo Forestale: questo disegno di legge è una accozzaglia di misure slegate fra loro, sbagliate nella forma e nella sostanza, che servono solo ad accontentare qualcuno".
 
27 giugno 2018
News
Sicilia 24 ore
Dall'Italia
Il mondo con un click

Ambiente
Cronaca
Cultura
Economia
Giustizia
Lavoro
Politica
Sanità
Sindacati
Società
Sport
Trasporti
Turismo
Università