Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia � su Twitterrss qds

Quotidiano di Sicilia

Incontro Musumeci-Lezzi: protocollo per certificare fondi europei

"Questo protocollo consacra la collaborazione fra il governo centrale e quello regionale per recuperare il tanto tempo perduto almeno negli ultimi due anni, nella certificazione dei fondi europei 2014-2020 rendicontando entro dicembre una spesa di 758 milioni di euro".
 
Lo ha detto il presidente Nello Musumeci durante la visita nel Palazzo d'Orleans della ministro per il Sud, Barbara Lezzi che ha sottotra il ministero e la Regione siciliana a supporto del Fondo europeo di sviluppo regionale.
 
"Si tratta - ha spiegato Musumeci - di un obiettivo assai arduo e ambizioso fissato da Bruxelles e quindi stiamo attivando tutte le risorse umane, poche, e strumentali, quasi inesistenti, per poter raggiungere l'obiettivo. Con il ministro Lezzi, consapevole di una difficoltà che abbiamo ereditato nel dicembre scorso, stiamo lavorando affinché il ministero possa con le proprie strutture e competenze mantenere fino al 31 dicembre dicembre 2018 un rapporto costante con i nostri uffici per darci un concreto sostegno e fare in modo che l'obiettivo venga raggiunto".
 
"Questo protocollo - ha tenuto a precisare la Ministro - non è un commissariamento ma una presa di responsabilità anche del ministero, non solo della Regione. Si mettono a disposizione tutti gli strumenti tecnici, una responsabilità congiunta. Il governo centrale si mette a disposizione delle regioni che hanno più bisogno".
 
"C'è il tentativo - ha sottolineato Musumeci - di ridimensionare il budget e noi dobbiamo vigilare e stare attenti. È mancata una regia, se polverizziamo la spesa, invece di indirizzare gli interventi sulle imprese, infrastrutture, tutela ambiente, tecnologia non si raggiungerà mai un risultato soddisfacente".
 
"Da parte della Regione - ha commentato la Lezzi - c'è lungimiranza e intenzione di risolvere i problemi, già si sta ragionando su come rendere più efficiente la programmazione post 2020. In questa fase ci troviamo in urgenza, entro quest'anno abbiamo 758 milioni di euro da certificare per non perderli".
28 giugno 2018
News
Sicilia 24 ore
Dall'Italia
Il mondo con un click

Ambiente
Cronaca
Cultura
Economia
Giustizia
Lavoro
Politica
Sanità
Sindacati
Società
Sport
Trasporti
Turismo
Università