Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia � su Twitterrss qds

Quotidiano di Sicilia

Giornalisti: equo compenso, Assostampa Sicilia diffida il Governo Conte con Friuli e Romana

Assostampa Sicilia, assieme a Stampa Romana e ad Assostampa Friuli Venezia Giulia, ha avviato un'azione per indurre il Governo Conte a dare attuazione alle leggi sull'equo compenso per i giornalisti non dipendenti.
 
In queste ore - annuncia il sindacato regionale dei giornalisti - sono partite diffide indirizzate rispettivamente al Dipartimento per l'informazione e l'editoria della Presidenza del Consiglio e al Ministero della Giustizia.
 
L'iniziativa riguarda la legge 233/2012 sull'equo compenso per i collaboratori di testate giornalistiche, rimasta senza norme d'attuazione, e la 27/2012 per la liquidazione giudiziale dei compensi professionali, inapplicabile senza un decreto del Ministro della Giustizia che indichi i parametri economici da applicare ai giornalisti, cosa che invece è stata fatta da anni per altre categorie.
 
La mancanza di tale decreto - prosegue la nota sindacale - rende inoltre inapplicabile ai giornalisti il diritto all'equo compenso, riconosciuto dalla legge 172/2017 a tutti i lavoratori autonomi non imprenditori nei rapporti con la pubblica amministrazione, le grandi imprese, banche e assicurazioni.
 
"Per le Associazioni della Stampa la situazione è grave, in un settore segnato dalla costante crescita del lavoro precario e sottopagato, spesso sotto la soglia della povertà", aggiunge il testo. Si attenderanno trenta giorni per l'adempienza, trascorsi i quali le tre Assostampa potranno ricorrere all'autorità giudiziaria per far accertare la violazione di norme di legge vigenti.
16 luglio 2018
News
Sicilia 24 ore
Dall'Italia
Il mondo con un click

Ambiente
Cronaca
Cultura
Economia
Giustizia
Lavoro
Politica
Sanità
Sindacati
Società
Sport
Trasporti
Turismo
Università