Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia � su Twitterrss qds

Quotidiano di Sicilia

Migranti: ragazzine sbarcate a Pozzallo prigioniere in Libia per 14 mesi in Libia, necessario sostegno psicologico

Una equipe composta da una psicologa, un'assistente sociale e un mediatore culturale è da stamani al lavoro nell'hot spot di Pozzallo per dare aiuto e sostegno psicologico ai 128 minori non accompagnati sbarcati stamani dalle navi Protector e Monte Sperone.
 
L'equipe ha ascoltato soprattutto le minori donne e ha avuto modo di apprendere la situazione di degrado in cui hanno vissuto in Libia.
 
Le giovanissime migranti hanno raccontato agli operatori della prefettura di esser rimaste chiuse per 14 mesi in luoghi di prigionia senza poter uscire.
 
Non a caso quasi tutte hanno difficoltà a deambulare.
 
Hanno vissuto in difficili condizioni igienico-sanitarie e hanno chiesto di fare esami per accertarsi se hanno "contratto malattie".
16 luglio 2018
News
Sicilia 24 ore
Dall'Italia
Il mondo con un click

Ambiente
Cronaca
Cultura
Economia
Giustizia
Lavoro
Politica
Sanità
Sindacati
Società
Sport
Trasporti
Turismo
Università