Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia � su Twitterrss qds

Quotidiano di Sicilia

Acireale: medico aggredito a forbiciate in ospedale. Accusa tentato omicidio. ministro Giulia Grillo "scossa"

Un medico è stato aggredito da un paziente, che lo ha colpito alla testa con delle forbici mentre era in servizio nel reparto di ortopedia dell'ospedale di Acireale, ed è ora ricoverato con prognosi riservata, ma non in pericolo di vita.
 
Il paziente, di 45 anni, era stato ricoverato ieri in ortopedia per una contusione a una caviglia e subito aveva dimostrato un atteggiamento aggressivo.
 
Stamattina l'aggressione in sala gessi dove l'uomo era in attesa del medico che doveva procedere alla fasciatura della caviglia dopo un consulto col primario del reparto. Il 35enne quando l'ortopedico è rientrato in sala ha reso la forbice e lo ha colpito ripetutamente alla testa. Sul posto sono subito intervenuti carabinieri della compagnia di Acireale che hanno bloccato l'uomo, lo hanno arrestato e hanno inviato una relazione alla Procura di Catania anche per la valutazione del reato da contestare, individuato nel tentativo di omicidio. Adesso l'uomo dovrà attendere dell'udienza di convalida davanti al Gip.
 
"È un fatto gravissimo che si aggiunge al novero degli episodi di violenza ai danni di operatori del servizio sanitario - ha commentato il direttore generale dell'Azienda sanitaria provinciale (Asp) Catania, Giuseppe Giammanco - non ci sono ragioni o spiegazioni plausibili per simili atti che condanniamo in modo fermo".
 
"L'episodio avvenuto nell'ospedale di Acireale - ha detto l'assessore regionale alla Sanità, Ruggero Razza -è indice del livello di inciviltà che si può raggiungere se non si pone un argine a questa recrudescenza di violenza nei confronti dei camici. Auspico un giudizio per direttissima ed una condanna esemplare".
 
"Sono molto scossa - ha affermato il ministro della Salute Giulia Grillo -, fare il medico sta diventando un atto di eroismo ultimamente, soprattutto nei pronto soccorso. Questa situazione sta diventando veramente pesante. Vediamo come possiamo affrontarla in modo concreto".
25 luglio 2018
News
Sicilia 24 ore
Dall'Italia
Il mondo con un click

Ambiente
Cronaca
Cultura
Economia
Giustizia
Lavoro
Politica
Sanità
Sindacati
Società
Sport
Trasporti
Turismo
Università