Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia � su Twitterrss qds

Quotidiano di Sicilia

Razzismo: la pallavolista azzurra Diouf choccata, "Italia da Medioevo, disinformazione fondamentale"

"Qui c'è un caso al giorno, invece di andare avanti l'Italia va indietro, sta tornando al Medioevo e non se ne rende conto".
 
Valentina Diouf, per anni simbolo della Nazionale di pallavolo femminile, papà senegalese e un futuro in Brasile per giocare nel Bauru (probabilmente assieme alla transgender Tifanny), è rimasta "toccata particolarmente" da quando successo alla discobola azzurra Daisy Osakue, colpita da un uovo al volto tiratole da razzisti.
 
"A Daisy - ha detto Valentina - alla quale voglio fare un applauso per aver mantenuto lucidità nelle dichiarazioni che ha fatto, e che sono tanta roba".
 
La Diouf è turbata, non riesce a capire come mai nel 2018 ancora si verifichino fatti del genere, e per questo ripete il concetto che "stiamo tornando al Medioevo".
 
"Posso solo sperare che questi episodi siano finiti qui - dice -, altrimenti veramente si torna indietro. Il problema è che, come ho detto, l'Italia non lo capisce e credo che a questo proposito la disinformazione giochi un ruolo fondamentale".
 
Valentina vuole anche dire una cosa a coloro, giovani, che hanno commesso quell'atto che non riesce a comprendere: "è un gesto senza senso, la trasgressione è altro. Non riesco proprio a capire".
 
"O forse sì - aggiunge - perché c'è poca voglia di scavare sotto la superficialità che regna sovrana. Qui siamo messi male".
30 luglio 2018
News
Sicilia 24 ore
Dall'Italia
Il mondo con un click

Ambiente
Cronaca
Cultura
Economia
Giustizia
Lavoro
Politica
Sanità
Sindacati
Società
Sport
Trasporti
Turismo
Università