Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia è su Twitterrss qds
Quotidiano di Sicilia
Il QdS sul tuo smartphone
Scegli la tua app

Razzismo: africano adottato da italiani picchiato a Lercara Friddi, il sindaco, "Salvini abbassi i toni"

Un ragazzo africano di 23 anni, anni fa adottato da una coppia di agrigentini, è stato aggredito e offeso con insulti razzisti a Lercara Friddi, nel Palermitano.
 
I carabinieri hanno identificato le due persone responsabili dell'episodio, avvenuto il 22 luglio.
 
Il giovane, che fa il ballerino e vive a a San Giovanni Gemini, in provincia di Agrigento, dopo il pestaggio è stato portato al pronto soccorso a Palermo, dove i medici hanno avvertito le forze dell'Ordine.
 
I carabinieri hanno interrogato diversi testimoni che hanno riferito quanto accaduto.
 
I genitori del ragazzo, ancora sotto choc, hanno presentato denuncia.
 
Il sindaco di Lercara Friddi, Luciano Marino, ha detto: "Conosco la famiglia del sospettato ed è gente perbene. Non voglio che passi il concetto che Lercara sia razzista. Qui ci sono tanti migranti che hanno trovato un lavoro e vivono integrati. Credo che il clima in Italia al momento non sia semplice. E inviterei il ministro dell'Interno Salvini ad abbassare i toni e usare un linguaggio più soft".
 
A Lercara è stata inserita tra le iniziative dell'estate una partita di calcio allo stadio comunale con i migranti ospiti del Cara Mineo.
 
"L'abbiamo già organizzata da settimane - conclude il sindaco - non certo da oggi".
01 agosto 2018
News
Sicilia 24 ore
Dall'Italia
Il mondo con un click

Ambiente
Cronaca
Cultura
Economia
Giustizia
Lavoro
Politica
Sanità
Sindacati
Società
Sport
Trasporti
Turismo
Università